Sub mangiato vivo da una gigantesca balena, ma viene “risputato” fuori

MEDICINA ONLINE Sub ingoiato da una gigantesca balena, ma viene “risputato” fuori.jpgSi è avvicinato troppo a quella enorme balena che lo ha rapidamente trasformato in un “bel bocconcino”. Un’avventura incredibile, fortunatamente a lieto fine perché, così come lo aveva ingoiato vivo, lo ha risputato presto fuori. Protagonista di questa storia è il regista di documentari 51enne Rainer Schimpf, del Sud Africa. Partito con la sua squadra di sommozzatori per documentare una corsa di sardine, l’esperto sub è stato vittima di questa situazione al porto di Port Elizabeth, ad est di Città del Capo. Schimpf è stato rapidamente risucchiato nella bocca della balena, sotto lo sguardo sbalordito dei suoi compagni quando si trovavano a 25 miglia nautiche dalla costa.

Era buio lì dentro

Dopo l’incredibile incidente, Schimpf ha detto che stava cercando di filmare uno squalo quando il suo ambiente si è improvvisamente oscurato ed ha sentito la grande balena afferrare il suo corpo. Le sue parole sono state: “Non c’è tempo per la paura in una situazione del genere, devi usare il tuo istinto. Ho trattenuto il respiro perché pensavo che si sarebbe immerso e mi avrebbe liberato molto più profondamente nell’oceano, era buio pesto lì dentro”.

Illeso

Mentre lui era nella bocca dell’enorme animale, il suo collega Heinz Toperczer ha tenuto la macchina fotografica focalizzata su Schimpf per immortalare l’evento incredibile. Dopo essere stato rigettato dalla bocca della balena, il regista è tornato alla sua barca illeso. Le balene Bryde sono note per crescere fino a 15 metri di lunghezza e si trovano in spesso nell’Oceano Atlantico, Indiano e Pacifico. Possono immergersi con facilità fino a una profondità di ben 300 metri.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Noi che amiamo la natura e gli animali e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.