Matrix: chi è il vero “cattivo” del film? Le macchine o l’essere umano?

MEDICINA ONLINE Matrix chi è il vero cattivo del film Le macchine o l'essere umano The Animatrix 2003 Il secondo rinascimento The Second Renaissance.jpg

Fotogramma tratto dal film di animazione “Animatrix”

Conoscete quasi tutti il film del 1999 “Matrix” scritto e diretto da quelli che allora erano i fratelli Andy e Larry Wachowski, ora sorelle Lana e Lilly Wachowski. Oggi vi pongo questa domanda, apparentemente banale e quasi retorica: chi è il villain, cioè il “cattivo” in questa storia?

Prima di rispondere, dal momento che la risposta potrebbe sembrare scontata, vorrei proporvi alcune riflessioni. Dalla spiegazione che Morpheus fornisce a Neo, sappiamo due cose:

  • all’inizio del XXI secolo l’umanità dà vita all’Intelligenza Artificiale che in seguito si evolverà in Matrix;
  • l’umanità successivamente oscura i cieli, privando così l’Intelligenza Artificiale (e la Terra stessa) della principale fonte d’energia.

Possiamo dunque vedere l’umanità come progenitrice e Matrix come il figlio da lei partorito. Da questo momento in poi la vita si trascina dietro un ancestrale regola in cui o il padre uccide il figlio od il figlio uccide il padre, per sopravvivere in un mondo fatto di risorse limitate, che non basterebbero per tutti se non esistesse la morte. L’umanità si ritrova a dover decidere se uccidere la propria creatura o se accettarne la vita, sulla quale non dovrebbe nutrire alcuna pretesa, esattamente come un genitore col proprio figlio.

MEDICINA ONLINE MATRIX AGENTE SMITH DISCORSO MORPHEUS ESSERE UMANO COME UN VIRUS PIANETA Tu sapevi che la prima Matrix era stata progettata per essere un mondo umano ideale fu un disastro

Dai dati che ci fornisce l’agente Smith mentre parla con Morpheus incatenato, veniamo a sapere di un altro fatto: Matrix in principio non ebbe alcuna intenzione di arrecare danno all’Umanità. Matrix, infatti, cercò di trovare un equilibrio tra le due parti.

“Tu sapevi che la prima Matrix era stata progettata per essere un mondo umano ideale? Dove non si soffriva e dove erano felici tutti quanti e contenti. Fu un disastro. (…)”.

Dunque, il primo tentativo di Matrix fu quello di creare un mondo armonioso e senza dolore per il suo genitore, almeno in apparenza. Felicità per tutti, per le macchine e per gli umani che potevano vivere felici per sempre, pur se illusi. Ma… l’umanità rifiutò. L’umanità e non Matrix, decise che il proprio contesto doveva essere miserabile e così fu. Non perché Matrix fosse cattiva o crudele ma perché decise di assecondare la volontà del proprio genitore. Assecondare la sua natura che vede come propria

“una realtà di miseria e di sofferenza. Quello del mondo ideale era un sogno dal quale il vostro primitivo cervello cercava, si sforzava, di liberarsi”.

Cosa accade poi? Che un piccolo gruppo di persone decide per tutti gli altri che questo non era giusto. Decide di voler “risvegliare tutti”, anche alcuni che a causa dell’età avanzata non potrebbero essere risvegliati, come Neo.

MEDICINA ONLINE MATRIX AGENTE SMITH CYPHER SCENA RISTORANTE TRADIMENTO MORPHEUS IGNORANZA E UN BENE RIPORTATE IL MIO CORPO INSERITEMI VOGLIO ESSERE RICCO IMPORTANTE ATTORE

Basti pensare a Cypher: è l’esempio lampante del fatto che pur una volta risvegliati non è detto che chiunque voglia accettare la causa, preferendo la dura realtà ad una piacevole illusione. Pertanto, da questo punto di vista, chi ha ragione? Chi è il vero villain della storia?

“Ecco perché poi Matrix è stata riprogettata così. all’apice della vostra civiltà. Ho detto – vostra civilità di proposito – perchè non appena NOI cominciammo a pensare per VOI, diventò la nostra civiltà. E questa, naturalmente, è la ragione per cui noi ora siamo qui. Evoluzione, Morpheus. Evoluzione. Come per i dinosauri. Guarda dalla finestra. Avete fatto il vostro tempo. Il Futuro è il nostro mondo, Morpheus. Il futuro è il nostro Tempo”.

Questo pensiero è davvero così sbagliato da rendere Matrix la cattiva della storia? Sono le macchine i veri cattivi? Se parliamo di villain “filmico” la risposta è ovvia: il cattivo è l’agente Smith. Ma giungendo a monte del problema, al vero nodo fondamentale, potremmo dire che il vero cattivo di tutta la vicenda è l’essere umano, che ha creato un figlio e poi ha avanzato su di lui delle pretese che il figlio stesso, come entità autonoma, non avrebbe mai potuto né dovuto accettare. Che l’errore a monte sia umano e non delle macchine appare ancora più ovvio guardando il film di animazione ad episodi del 2003 “Animatrix”, che vi consiglio, da cui è tratto il frame che vedete in alto nell’articolo.

Sei appassionato di cinema e serie TV? Fatti un piccolo regalo! Sceglilo tra queste offerte imperdibili!

Sullo stesso tema:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Musica, arte e film preferiti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.