Il forno crematorio va a fuoco: ”il corpo era troppo grasso”

MEDICINA ONLINE RIGOR MORTIS RIGIDITA CADAVERE MORTE TEMPOIncendio inaspettato

A Cincinnati, in Ohio, è andato a fuoco un forno crematorio della città. Sembra che la colpa la si debba dare all’enorme stazza del defunto che doveva essere cremato. L’uomo era sovrappeso e l’eccessiva dose di grasso da incenerire ha fatto bruciare l’impianto. Don Catchen, proprietario della struttura dove è avvenuto l’incendio, ha fatto sapere ai media locali che le misure antincendio hanno funzionato bene, limitando i danni. Infatti nessun altro corpo è stato danneggiato.

“Uno dei mio operatori – racconta Don Catchen – era impegnato nella fase di cremazione dei resti e il corpo era troppo grasso e, apparentemente, il forno ha finito per riscaldarsi in maniera eccessiva”.

Un episodio davvero impensabile e che se non fosse stato per le ottime misure di sicurezza della struttura avrebbe potuto creare danni seri.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Storia e curiosità di medicina, scienza e tecnologia e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.