L’ocelotto (gattopardo): il “gatto” che somiglia ad un leopardo in miniatura

MEDICINA ONLINE L'ocelotto (gattopardo) il gatto che somiglia ad un leopardo in miniatura (1)L’ocelotto (Leopardus pardalis), noto anche come gattopardo, ocelot o lupo cerviero, è un felino selvatico molto comune in Sudamerica e Centroamerica. L’ocelot appartiene al genere Leopardus e i suoi parenti più stretti sono il gatto tigre od oncilla ed il margay.

MEDICINA ONLINE L'ocelotto (gattopardo) il gatto che somiglia ad un leopardo in miniatura (3)

L’ocelot è simile nell’aspetto e nel comportamento ad un gatto domestico, ma fisicamente si differenzia da quest’ultimo per la sua caratteristica pelliccia che ricorda quella di un leopardo nebuloso o di un giaguaro, fornendogli a prima vista un aspetto simile a quello di un animale feroce.

MEDICINA ONLINE L'ocelotto (gattopardo) il gatto che somiglia ad un leopardo in miniatura (4)

 

La sua aspettativa di vita è circa 10 anni allo stato selvatico e quasi il doppio in cattività. Si alimenta di piccoli mammiferi, in genere roditori, opossum, silvilaghi, bradipi. Si ciba anche di uccelli, tartarughe, piccoli serpenti, insetti e pesci.

MEDICINA ONLINE L'ocelotto (gattopardo) il gatto che somiglia ad un leopardo in miniatura  (2).jpg

Tra i suoi nemici naturali ci sono boa, puma e giaguari, tuttavia la più grande minaccia per l’ocelot è costituita dall’uomo: spesso viene investito dalle automobili. Tra il 1972 e il 1996 la specie venne classificata sulla Lista Rossa della IUCN tra le specie in pericolo vulnerabili, poiché la sua pelliccia veniva considerata pregiata e perciò veniva cacciato, pratica non più in uso.

Nel 1986 la Comunità Europea vietò l’importazione delle pelli di ocelot e, a partire dal gennaio 1990, ne è assolutamente proibito il commercio. Oggi la specie è stata inclusa tra quelle a rischio minimo.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Noi che amiamo la natura e gli animali e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.