Cos’è la sclerosi multipla e cosa determina? Spiegazione semplice

MEDICINA ONLINE CERVELLO INTELLIGENZA MEMORIA NEURONE SOMA DENDRITI ASSONE GUAINA MIELINA SINAPSI IMPULSO ELETTRICO ANATOMIA NODO RANVIER NUCLEO FISIOLOGIALa sclerosi multipla è una malattia autoimmune cronica demielinizzante, che colpisce il sistema nervoso centrale.

Cosa avviene nella sclerosi multipla?

Per comprendere quello che avviene nella sclerosi multipla, è importante prima spiegare sinteticamente come funziona il nostro sistema nervoso. I neuroni trasmettono i segnali elettrici, definiti potenziale d’azione, attraverso fibre chiamate assoni, i quali sono ricoperti dalla guaina mielinica. Il corretto funzionamento del sistema nervoso dipende dalla salute di questa guaina. Nella sclerosi multipla le difese immunitarie del paziente sono alterate ed attaccano e danneggiano la guaina mielinica: ciò altera il funzionamento degli assoni che non sono più in grado di trasmettere efficacemente i segnali elettrici, il che si traduce nei sintomi neurologici tipici della sclerosi multipla. La malattia può progredire progressivamente fino ad una disabilità fisica e cognitiva anche molto grave.

Cos’è una malattia autoimmune?

In un individuo sano il sistema immunitario è “addestrato” per riconoscere ed attaccare il materiale “non self” (non proprio dell’organismo), perché rappresenta una potenziale minaccia, come ad esempio un virus o un batterio. In una malattia autoimmune il sistema immunitario è alterato e riconosce ed attacca materiale “self” (proprio dell’organismo) scambiandolo per materiale non self. In parole povere nelle malattie autoimmune il sistema immunitario è “confuso” riconosce un dato tessuto del nostro corpo come estraneo e lo attacca. Nel caso della sclerosi multipla, questo tessuto è appunto la guaina mielinica.

MEDICINA ONLINE SCLEROSI MULTIPLA NEURONE GUAINA MIELINICA SISTEMA NERVOSO.jpg

Cosa determina la sclerosi multipla?

Il danno alla guaina mielinica determina un progressivo malfunzionamento del sistema nervoso: un malato può presentare virtualmente qualsiasi sintomo o segno neurologico, come perdita di sensibilità, formicolio, pizzicore, intorpidimento (ipoestesia e parestesia), ipostenia (debolezza muscolare), clono, spasmi muscolari, difficoltà nel movimento o difficoltà di coordinamento ed equilibrio (atassia), problemi di linguaggio (disartria) e discinesie, per interessamento del cervelletto, o nel deglutire (disfagia). Spesso sono presenti progressivi segni di deterioramento cognitivo che si esprimono in modo variabile, ad esempio con depressione, con disinteresse per la malattia o con uno stato di euforia, o ancora con sindrome pseudobulbare, con crisi di pianto spastico e di riso. Vi possono essere anche disturbi della sessualità, come disfunzione erettile, calo della libido e perdita di sensibilità ai genitali. Nel complesso la qualità della vita di un paziente con sclerosi multipla tende progressivamente a diminuire: alcuni pazienti perdono completamente l’autonomia ed hanno bisogno di assistenza continua.

Per approfondire maggiormente, continua la lettura con:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Neurologia, psichiatria, psicoterapia e riabilitazione cognitiva e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.