Le mele fanno ingrassare o dimagrire? Quante calorie hanno?

MEDICINA ONLINE MANGIARE FRUTTA DONNA MELA MELE BUCCIA INGRASSARE DIMAGRIRE TIPO DIFFERENZE FOGLIA ALBERO VITAMINE MINERALI CALORIE CARBOIDRATI DIABETE ZUCCHERI VALORI NUTRIZIONALI.jpgLa mela fa ingrassare a dimagrire? Pur non potendo essere considerato un cibo “dimagrante” di per sé, grazie al suo modico apporto calorico (circa 52 calorie per 100 grammi), può effettivamente aiutarci se stiamo cercando di perdere peso, tuttavia c’è una differenza se scegliete di mangiarla durante o dopo la cena.

Come tutti i frutti, anche la mela contiene zuccheri, ma un conto, però, è mangiarla dopo pranzo, quando stomaco e intestino sono al massimo delle loro potenzialità, un conto è inserirla nel menu della propria cena, poche ore prima di andare a dormire. Mela o non mela, la cena deve essere sempre leggera sia per evitare di ingrassare sia per non svegliarsi ripetutamente nel cuore della notte a causa della cattiva digestione. L’ultimo pasto della giornata è quello a cui si deve prestare maggiore attenzione, così come agli spuntini notturni: molti, per esempio, non riescono a resistere alla tentazione di mangiare dei quadrati di cioccolata al latte o una manciata di salatini prima di andare a dormire. Cosa fare in questi casi? mangiare una mela dopo cena fa ingrassare?

La mela fa ingrassare se la mangiate di sera dopo una cena sostanziosa, altrimenti no; è consigliabile mangiarla solo quando vi assale la fame notturna: prima di andare a dormire, una mela fungerà da snack spezza-fame ed eviterete di rimpinzarvi di alimenti troppo calorici (no alla frutta secca!). Se la mangiate lontana dalla cena, stimola il metabolismo e permette un più efficace smaltimento dei grassi: un effetto simile a quello dell’uva.

Le proprietà della mela non finiscono qui e alcune interesseranno senz’altro chi vuole dimagrire: evita i tipici gonfiori causati da pasti abbandonanti e intensifica la flora batterica. Questo cosa significa? Un intestino più sano: digestioni e transito intestinale più efficiente. C’è, però, anche un effetto indesiderato: se mangiate la mela prima di andare a dormire, sicuramente vi sveglierete, di notte, per correre in bagno. Niente di grave, anzi, utile per chi soffre di stitichezza e problemi similari.

Mangiare una o due mele al giorno – da alternare con altra frutta di stagione – è una buona abitudine e, d’estate, soprattutto nei mesi di giugno e luglio, la potete sostituire con anguria, melone e ananas. Questa sera, dopo la cena, potete mangiare tranquillamente una mela senza paura di ingrassare.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.