Differenza tra zucchero semolato, normale e di canna

MEDICINA ONLINE MANGIARE TIPI DI ZUCCHERO INTEGRALE CANNA FRUTTA MAGRA DIABETE CALORIE GLICEMIA RICETTA INGRASSARE DIMAGRIRE INSULINA GLICATA COCA COLA ARANCIATA THE BERE ALCOL DIETA CIBC’è differenza tra zucchero semolato e zucchero “normale”?

Non c’è alcuna differenza: lo zucchero semolato è il comunissimo zucchero, in grani più o meno sottili, che usiamo ogni giorno, solitamente di colore bianco o di colore marroncino, presente nelle nostre case. La parola “semolato” si riferisce alla semola, ovvero il procedimento attraverso il quale dal blocco di zucchero grezzo o raffinato si ricavano dei grani che rendono l’utilizzo di questo prodotto molto più agevole, soprattutto nell’ambito del dosaggio dello stesso. La confusione tra i consumatori nasce dal fatto che spesso sull’etichetta di alcune marche di zucchero c’è riportata la scritta ‘zucchero semolato’, mentre su altre solo ‘zucchero’. La confusione è dunque più che comprensibile!

Anche lo zucchero di canna è semolato?

Sì. Anche lo zucchero di canna può essere semolato perché con questo aggettivo si indica semplicemente la consistenza e la grandezza dei suoi cristalli.

Leggi anche:

Quante tipologie di zucchero semolato esistono?

La semola è una procedura che si è specializzata nel corso degli anni per offrire ai consumatori una più vasta gamma di varianti. Possiamo trovare:

  • Zuccheri semolati in grana grossa: vengono utilizzati in preparati dove c’è bisogno che la solubilizzazione tra liquidi e zuccheri non avvenga istantaneamente;
  • Zuccheri semolati in grana media: vengono impiegati per il comune uso casalingo;
  • Zuccheri semolati categoria ultra-fine: utilizzati in composti che non possono essere lavorati a lungo e dove c’è bisogno che lo zucchero si sciolga rapidamente.

Quante tipologie di zucchero esistono?

  • Zucchero a velo: lo zucchero a velo si ottiene tramite lo zucchero raffinato, ossia quello semolato; questi viene ridotto in polvere molto fine e viene utilizzato soprattutto per preparare i dolci;
  • Zucchero grezzo di canna: è uno zucchero in parte raffinato, in quanto non è completamente sbiancato e si manifesta con un colore scuro e con granelli più doppi rispetto allo zucchero semolato;
  • Zucchero integrale di canna: zucchero che non viene assolutamente raffinato né sbiancato, ma che deriva semplicemente dalla canna da zucchero che viene sottoposta a spremitura e asciugatura;
  • Zucchero biologico: zucchero in cui non vengono aggiunti né fertilizzanti né additivi;
  • Zucchero raffinato o zucchero semolato: è quello più utilizzato e sottoposto a più processi di lavorazione.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.