Vogatore: benefici, rischi, vantaggi, come e per quanto tempo usarlo

MEDICINA ONLINE VOGATORE RUNNER CARDIO CORRERE CORRIDORE CORSA APERTO TAPIS ROULANT MAGNETICO ELETTRICO MECCANICO DIFFERENZE DIETA DIMAGRIRE AEROBICA GRASSO CALORIE SALITA BOSCO CITTA SMOG WALLPAPER SEXY GIRL RUNNING CITYIl vogatore è un attrezzo ginnico con il quale è possibile simulare l’attività sportiva del canottaggio anche in palestra o tra le mura domestiche. E’ un attrezzo composto essenzialmente da un binario su cui scorre un carrello mobile, il sedile, e da un volano posto alla fine della rotaia. A questo è attaccata una catena, o degli elastici, che determinano il fattore di resistenza. Tramite un manubrio l’atleta tira a sè la catena, poggiando i piedi su delle pedane.
E’ presente inoltre un piccolo display con varie funzioni: misura la durata dell’allenamento,, la distanza “virtualmente” percorsa, la velocità, le calorie consumate ed i battiti cardiaci. La sua invenzione è di due fratelli americani, ingegneri e canottieri olimpici, nel 1976 quando Pete e Dick Dreissigacker unirono la loro passione per il canottaggio alla precisione del disegno tecnico per mettere a punto una macchina che gli permettesse di allenarsi e remare anche al coperto, durante il periodo invernale, quando le basse temperature ghiacciavano le acque.
Nacque così il primo simulatore di remata, che ebbe subito una grande diffusione, destando anche l’interesse di chi non aveva remato prima. Il boom delle attività legate al fitness ed alla ginnastica tradizionale ha contribuito in maniera determinante, negli ultimi anni, alla diffusione nelle palestre e soprattutto nelleabitazioni private di numerosi attrezzi, tra i quali il vogatore. Si tratta di uno strumento costituito da una struttura cardine alla quale sono fissati un sellino regolabile, un poggiapiedi e due bracci rotanti. Ideato per consentire all’utilizzatore di compiere un movimento analogo a quello di un rematore, consente di allenare prevalentemente il busto e gli arti superiori, senza tuttavia tralasciare i muscoli inferiori.
La pratica costante nel tempo di esercitazioni collegate all’uso di questo attrezzo contribuisce allo sviluppo ed al mantenimento della massa muscolare, pertanto risulta notevolmente indicato per l’allenamento quotidiano sia di atletiprofessionisti che di atleti amatoriali appartenenti alle più svariate discipline, nonchè per il loro graduale recupero da eventuali infortuni o traumi patiti. I benefici garantiti da un utilizzo abituale, lo rendono inoltre particolarmente adatto allo sv0olgimento di esercizi praticati da amanti del fitness e persone comuni che possono così curare in maniera semplice, ma al contempo adeguata, la propria forma fisica sia per motivi di carattere estetico che salutare.

Leggi anche:

Ma quali sono esattamente tutti i benefici che si hanno utilizzando un vogatore?

– Riduce lo stress, l’ansia e la depressione.
– Diminuisce una pressione sanguigna elevata.
– Riduce il tasso di colesterolo.
– Diminuisce del 50% i rischi di infarto.
– Diminusce la percentuale della vostra massa grassa (utilizzando il vogatore tre volte a settimana per circa 20 minuti vi sarà di grande aiuto se intendete perdere peso).
– migliora il vostro sistema cardiovascolare.
Il vogatore è un attrezzo che permette di allenare contemporaneamente i muscoli superiori e quelli inferiori. L’allenamento che può fornire questo attrezzo è realmente uno dei più completi, dato che che permette di associare al rafforzamento della muscolatura l’allenamento del sistema cardiovascolare. I vogatori impegnano l’80% dei muscoli del corpo. I muscoli principalmente impegnati sono quelli delle cosce, dei glutei, della schiena, i bicipiti e le spalle. Un vogatore coinvolge, appunto diversi muscoli del vostro corpo, tonificando contemporaneamente arti superiori e arti inferiori.Vi permette infatti di irrobustire in maniera più o meno intensa le vostre spalle, le braccia, la schiena, i pettorali, gli addominali, le cosce e i polpacci. Alternando flessioni ed estensioni, potrete allenare sia il davanti sia la parte posteriore delle vostre gambe e delle braccia.
Dai primi vogatori in commercio sono stati fatti passi da gigante fino ad arrivare ad un attrezzo che riproduce i gesti e le sensazioni del canottaggio sfruttando la resistenza ad aria prodotta da una ventola. Da questo nasce una nuova disciplina: indoor rowing, un misto tra canottaggio e fitness, a tempo di musica. Questo sport si è presto diffuso in quanto è uno strumento di allenamento particolare perchè la resistenza della macchina è direttamente proporzionale alla forza che impiega l’atleta. Risulta essere uno sport molto efficace perchè mette a lavoro tutti i principali gruppi muscolari, e non solo le spalle e l’avambraccio, ma anche i muscoli delle dita, gli addominali, i dorsali ed interamente anche le gambe. E’ un allenamento completo, quindi, che permette di migliorare la forza fisica e di tonificare la muscolatura. Ma c’è anche un’altro beneficio molto importante che vede protagonista il nostro cuore: aumento della resistenza cardiaca e benefici cardiovascolari e respiratori in generale.

Quali rischi può portare fare indoor rowing?

Per fare indoor rowing bisogna essere sani come un pesce; infatti questo sport è sconsigliato a chi soffre di ipertensione ed a chi ha problemi cardiaci. Lo sforzo provocato dal movimento innalza i valori pressori e ciò può risultare pericoloso in questi casi. E’ opportuno, quindi, consultare un medico, meglio se cardiologo, prima di dedicarsi a questo sport, anche se non lo si vuole praticare a livello agonistico, soprattutto se non si fa attività fisica da molto tempo. Inoltre è consigliabile evitare l’indoor rowing se avete problemi alle spalle ed alle ginocchia.

Quanto può durare un allenamento di indoor rowing?

Può durare dai 20 ai 40 minuti, ma occore prima fare un pò di riscaldamento e streching per distendere i muscoli, come ogni buon istruttore che ci consiglierebbe.

Come utilizzare il vogatore?

– Il movimento di un vogatore va eseguito in2 tempi : prima la spinta è data dalle gambe, poi dalle braccia.
– La schiena deve sempre rimanere dritta, , il busto non partecipa al movimento.
– Durante il movimento le gambe non devono venire tese al massimo : questo infatti avrebbe conseguenze negative sulle articolazioni delle ginocchia.
– Durante la spinta, le gambe devono rimanere parallele e conservare la stessa distanza.
– Le spalle devono restare basse dato che partecipano al movimento facendo avvicinare le scapole.
– Non rilasciate mai la barra di trazione intanto che tirate.
– Verificate la posizione dei poggiapiedi : se le vostre braccia non sono tese correttamente nella posizione di trazione iniziale, significa che i poggiapiedi sono regolati male.
Questo sport si può facilmente praticare anche in casa, , con vogatori più piccoli di quelli da palestra e quindi più economici ma altrettanto efficienti. Si possono acquistare in negozi specializzati ed anche online.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Malati di palestra e di fitness, Sport, attività fisica e medicina dello sport e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.