Differenza tra trauma cranico commotivo e non commotivo

MEDICINA ONLINE COMA STATO COMATOSO MINIMA COSCIENZA VEGETATIVO PERSISTENTE PERMANENTE SOPOROSO SONNO CERVELLO ICTUS CEREBRALE RIABILITAZIONE DIFFERENZE CURA FAMIGLIA RIPRESA RISVEGLIO SPERANZA LETTO MORTE MORIREIl “trauma cranico” è un qualsiasi tipo di trauma riferito al cranio ed alle strutture in esso contenute (principalmente cervello e vasi sanguigni) che si verifica quando una forza esterna di vario tipo colpisce la scatola cranica in un qualsiasi punto. Un trauma cerebrale può determinare vari tipi di lesioni cerebrali, da una lieve commozione cerebrale fino – nei casi più gravi – all’arresto cardiaco che necessita di defibrillazione o massaggio cardiaco e respirazione artificiale. Un trauma cranico può essere di due tipi: trauma cranico commotivo e non commotivo. La differenza è che nel primo si verifica commozione cerebrale, mentre nel secondo no.

La commozione cerebrale (o “concussione cerebrale”) consiste in un’alterazione, generalmente temporanea e reversibile, delle funzioni cerebrali determinata da traumi cranici. La commozione è caratterizzata da uno stato confusionale di solito temporaneo, in cui vengono alterati i centri nervosi che controllano funzioni quali la memoria, l’equilibrio, la coordinazione. La commozione cerebrale può essere caratterizzata anche da perdita temporanea di coscienza (svenimento). Questi sintomi possono apparire immediatamente dopo il trauma cranico, o presentarsi tardivamente, a distanza di tempo dal trauma.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Neurologia, psicopatologia e malattie della mente e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.