Lingua dei segni italiana: cos’è, come impararla, alfabeto, esempi

MEDICINA ONLINE LINGUA LINGUAGGIO DEI SEGNI ITALIANO VOCABOLARIO DIZIONARIO LIS COME IMPARARE IMPARARLA IMMAGINI MANI GESTI GESTUALITA SCUOLA NON UDENTE SORDO INSEGNANTE BAMBINO LARINGE FONAZIONE COMUNICAZIONE.jpgLa lingua dei segni è una forma di comunicazione che non usa la voce e che veicola i propri significati tramite un sistema codificato che comprende:

  • segni delle mani;
  • espressioni del viso;
  • movimenti del corpo;
  • movimenti labiali.

La componente fondamentale della lingua dei segni è ovviamente composta dai “segni” cioè dei gesti effettuati con le dita di una o entrambe le mani, in posizione statica o in movimento, associati ad una particolare posizione del palmo e delle braccia. Ogni gesto ha uno o più significati specifici come avviene per le parole ed è codificato, in modo che entrambe le persone – a conoscenza del codice – possano comunicare. Il messaggio viene espresso con il corpo da chi “parla” e percepito con la vista da chi “ascolta”. La lingua dei segni, tramite la gestualità del corpo intero (specie il viso), riesce a comprendere si aspetti verbali (i segni) e aspetti non verbali (le espressioni sovrasegmentali di intonazione per esempio). I movimenti labiali (componenti orali) non appartengano propriamente alla lingua dei segni se non per aspetti secondari.

Da chi viene usata la lingua dei segni?

La lingua dei segni è utilizzata dalle comunità dei “segnanti” a cui appartengono in maggioranza soggetti non udenti (sordi) o persone che hanno a che fare con soggetti sordi (insegnanti, genitori…). I soggetti sordomuti in Italia si stimano essere intorno agli 80 mila. La lingua dei segni è usata anche da soggetti che possono più usare la fonazione a causa ad esempio di interventi alla laringe (laringectomia).

Lingue dei segni in Italia e nel mondo

Le lingue dei segni sono diverse da Paese a Paese; in Italia si usa la “LIS” acronimo di “Lingua Italiana dei Segni”, mentre in altri stati si usano lingue dei segni diverse:

  • in Brasile la LIBRA (Língua Brasileira de Sinais);
  • negli USA la ASL (American Sign Language);
  • nel Regno Unito la BSL (British Sign Language);
  • in Francia la LSF (Langue des Signes Française);
  • in Finlandia la SVK (Suomalainen viittomakieli, SVK);
  • in Nuova Zelanda la NZSL (New Zealand Sign Language).

Si è proposto l’uso di una lingua dei segni internazionale chiamata “signuno” basata sull’esperanto.

Talking Hands

La startup italiana LiMiX  ha ultimamente proposto un apparecchio chiamato “Talking Hands” (che significa “mani che parlano”), formato da un guanto che posiziona dei sensori inerziali sulla mano e sull’avambraccio: i sensori riconoscono i movimenti della mano nello spazio, la flessione delle dita e l’orientamento dell’avambraccio e traducono i gesti in suoni tramite un software che interpreta i dati in entrata ed un sintetizzatore vocale.

Lingua dei segni: come impararla? Consigli generali

  • Per prima cosa, impara l’alfabeto: usando la lingua dei segni, non sempre ricorderai il segno preciso corrispondente a un determinato pensiero o una determinata parola, ma se conosci l’alfabeto, puoi sillabare termini e nomi.
  • Successivamente impara i segni base: scegli espressioni che si usano frequentemente nelle conversazioni quotidiane come “ciao”, “come stai”, “mamma”, “papà”. Una buona idea a costo zero è quella di andare in biblioteca e consultare libri illustrati sulla lingua dei segni.

MEDICINA ONLINE LINGUA LINGUAGGIO DEI SEGNI ITALIANO VOCABOLARIO ESEMPIO DIZIONARIO LIS COME IMPARARE IMPARARLA IMMAGINI MANI GESTI GESTUALITA SCUOLA NON UDENTE SORDO INSEGNANTE BAMBINO LARINGE FONAZIONE 1.jpg

MEDICINA ONLINE LINGUA LINGUAGGIO DEI SEGNI ITALIANO VOCABOLARIO ESEMPIO DIZIONARIO LIS COME IMPARARE IMPARARLA IMMAGINI MANI GESTI GESTUALITA SCUOLA NON UDENTE SORDO INSEGNANTE BAMBINO LARINGE FONAZIONE 2.jpg

  • Impara a mescolare duo o più termini base per costruire piccole frasi di senso compiuto come “mamma io ho fame”. Ricorda che quando parli nella lingua dei segni, spesso un unico segno comprende diverse parole che può assumere significato o intonazione diversi.

MEDICINA ONLINE LINGUA LINGUAGGIO DEI SEGNI ITALIANO VOCABOLARIO ESEMPIO DIZIONARIO LIS COME IMPARARE IMPARARLA IMMAGINI MANI GESTI GESTUALITA SCUOLA NON UDENTE SORDO INSEGNANTE BAMBINO LARINGE FONAZIONE 3.jpg

  • Quando avrai familiarizzato con i termini base, aggiungi nuove parole all’elenco dei segni che conosci. Inizialmente impara segni usati frequentemente, poi passa a quelli usati più raramente.

Da ora in poi il passo più importante sarà fare pratica, anche facendoti aiutare da chi è già esperto nella lingua dei segni o iscrivendovi ad un corso apposito. Un testo utile (con grammatica e dizionario) per imparare la lingua dei segni che vi consigliamo è questo: https://amzn.to/2wi4lFW

Consigli

  • usa la lingua dei segni ogni giorno;
  • iscriviti a un’associazione per la promozione della lingua dei segni;
  • allenati allo specchio: la lingua dei segni incorpora espressioni facciali e guardandoti allo specchio, potrai imparare a gestirli al meglio;
  • scegli parole e concetti estremamente semplici quando hai a che fare con un bambino.

Se stai insegnando il linguaggio dei segni a tuo figlio, scegli un oggetto che gli piace particolarmente, come il suo giocattolo preferito, dopodiché utilizza il segno corrispondente e fai in modo che lo memorizzi e lo usi spesso. Ricorda che gli animali affascinano la maggior parte dei bimbi: per loro sarà più semplice imparare i segni che indicano gli animali domestici e selvatici.

Per informazioni sui migliori corsi di lingua dei segni, si consiglia di contattare la sede ENS a te più vicina, consultando il sito ufficiale.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Medicina degli organi di senso e otorinolaringoiatria e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.