Differenza tra vomito rosso, verde, giallo, marrone, fecaloide, caffeano, emorragico

MEDICINA ONLINE FECI VOMITO BOCCA VOMITO FECALOIDE CAUSE COLORE VERDE GIALLO ROSSO MARRONE BILIARE CAFFEANO CIBO ALIMENTARE DIGESTIONE NAUSEA STOMACO MAL DI PANCIA ACQUA NON DIGERITO PEZZI COLITE COLON FEGATOAlmeno una volta nella nostra vita tutti noi ci siamo confrontati con questo problema, ma non tutti sanno che il tipo ed il colore del vomito possono indicare quale sia la causa a monte che l’ha provocato: vediamo quindi di capire e comprendere quali siano i tipi e colori del vomito e quale siano il loro significato.

1) Vomito di colore verde: è spesso definito vomito biliare e si presenta con emissione di bile che ha un caratteristico colore verde scuro. Il colore verde può essere in alcuni casi dettato anche dal cibo che si è recentemente ingerito.

2) Vomito di colore giallo: Il vomito di colore giallo è spesso causato dall’emissione di bile. In molti causi può essere causato da una condizione denominata “stenosi” che consistente nel restringimento di un orifizio, di un dotto, di un vaso sanguigno o di un organo cavo, tale da ostacolare o impedire il normale passaggio di alcune sostanze.

3) Vomito di colore marrone: Se il vomito è di colore marrone scuro ed ha anche un cattivo odore simile alle feci la causa potrebbe risiedere in un “blocco intestinale“: in questo caso il vomito prende il nome di “vomito fecaloide”. Il colore marrone potrebbe essere simile al “catrame” o al tipico fondo di caffè quando si tratta di sangue digerito. E’ facile osservarlo quando esce il sangue dal naso e ci si stende, il sangue verrà digerito e questo, provocherà insistenti conati di vomito.

4) Vomito di colore bianco: Il vomito di colore bianco è causato dall’acido dei succhi gastrici. Spesso è accompagnato anche da muco viscoso o mucoso. Quando è di tipo “mucoso” solitamente non è acido. Quando si tratta perlopiù di succhi gastrici, può essere acido.

5) Vomito di colore rosso vivo: Il vomito con sangue di colore rosso vivo o “ematemesi” solitamente è causato dalla presenza di sangue non digerito nel vomito, ciò è possibile in caso di un ulcera aperta a livello di stomaco o esofago; spesso avviene nella rottura di varici in caso di cirrosi epatica.

Leggi anche:

Diagnosi differenziale

Oltre al colore, anche il tipo di vomito può essere utile al medico per capire qual è la causa della sua comparsa:

  • vomito alimentare: se vengono rigettati alimenti anche a distanza dai pasti;
  • vomito acquoso: se è acido, con poca mucina, e sono presenti succhi gastrici;
  • vomito mucoso: se è anacido, ricco di mucina, e sono presenti succhi gastrici;
  • vomito biliare: se si presenta emissione di bile ed ha un caratteristico colore verde scuro;
  • vomito fecaloide nel caso abbia un colore marrone scuro ed un tipico odore di feci, dovuti a stasi prolungata nell’intestino (nel caso, ad esempio, di occlusione intestinale), per cui la flora batterica prolifera indefinitamente;
  • vomito emorragico o ematemesi: se è presente sangue rosso vivo;
  • vomito caffeano, se è presente sangue digerito con un tipico colore nerastro (“a posa o fondo di caffè”).

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.