Volvolo gastrico in adulti e bambini: terapie e dieta

Dott. Loiacono Emilio Alessio Medico Chirurgo Dietologo Chirurgia Estetica Roma Cavitazione Pressoterapia Linfodrenante Cellulite Calorie Peso Dieta Sessuologia Sex  Pene  Laser Filler Rughe Botulino Sesso DIETA ERNIA IATALE REFLUSSO GASTROESOFAGEO 2Il volvolo gastrico si verifica quando lo stomaco si attorciglia  su se stesso ed è un fenomeno che interessa sia gli adulti che l’età pediatrica. Il volvolo può essere transitorio e acuto, con sintomatologia lieve o assente, oppure può portare a ostruzione o anche ischemia e necrosi. Può essere anche cronico; può inoltre essere primitivo o secondario:

  • volvolo gastrico primitivo: è presente in un terzo dei pazienti e si verifica al di sotto del diaframma quando i legamenti stabilizzanti sono troppo lassi a causa di anomalie congenite o acquisite;
  • volvolo gastrico secondario: si presenta al di sopra del diaframma in presenza di ernie paraesofagee o di altri difetti del diaframma.

Sintomi

Il volvolo gastrico acuto determina un dolore improvviso, grave, dell’addome superiore o del torace, persistenti conati con vomito scarsamente produttivo, e rende impossibile il  posizionamento di un tubo naso gastrico. Tale combinazione  di sintomi, nota anche come triade di Borchardt, dovrebbe  essere fortemente indicativa di un volvolo gastrico acuto. Il  volvolo gastrico cronico si può associare a sintomi lievi e non specifici, come fastidio epigastrico, bruciore epigastrico,  senso di pienezza o gonfiore addominale e borborigmi, specialmente dopo i pasti.

Diagnosi

Per fare diagnosi di volvolo gastrico è necessaria la dimostrazione di un’ostruzione improvvisa nella sede del volvolo, alla diagnostica per immagini del  tratto gastroenterico superiore. Il volvolo gastrico acuto necessita di una  valutazione chirurgica di emergenza a causa di un importante rischio di mortalità correlato all’ischemia gastrica o alla perforazione.

Terapia

Il trattamento consiste nella gastropessi chirurgica e nella riparazione delle eventuali ernie paraesofagee associate. Il paziente dovrà seguire una dieta varia e bilanciata, che comprenda frutta e verdura e limiti i grassi.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.