Dolicocolon: conseguenze, cure, complicanze, dieta, immagini

MEDICINA ONLINE INTESTINO CRASSO ILEO CIECO APPENDICE ASCENDENTE TRASVERSO DISCENDENTE SIGMA RETTO ANO COLONSCOPIA RETTOSCOPIA SIGMOIDOSCOPIA TUMORE ANOSCOPIA PANCOLONSCOPIA RETTOSIGMOIDOSCOPIACon “dolicocolon” si intende una anomalia del colon caratterizzata da un suo abnorme allungamento. Il dolicocolon interessa prevalentemente il colon discendente e il sigma (dolicosigma) ma può anche interessare il colon trasverso; all’allungamento partecipa anche il mesocolon (cioè la membrana che unisce questo tratto di intestino alla parete posteriore dell’addome) in modo ché il colon può fluttuare più liberamente nel cavo addominale e ripiegarsi su se stesso con maggior facilità fino a determinare un volvolo. Il dolicocolon è spesso associato a stitichezza cronica e ostinata.

Leggi anche: Megacolon: cause, diagnosi, disturbi, cure, alimentazione, dieta

Cause e fattori di rischio

Il dolicocolon può essere congenito (già presente alla nascita) o presentarsi dopo la nascita. Può associarsi a dilatazione del tratto intestinale interessato (dolico-megacolon) come nella malattia di Hirschsprung in cui dilatazione e allungamento sono la conseguenza di un difetto dell’innervazione della parete intestinale, che determina paralisi dei movimenti peristaltici. La malattia di Hirschsprung rappresenta una delle principali cause di blocco intestinale nei neonati. Il dolicocolon può manifestarsi anche nell’età avanzata come conseguenza di alcune patologie che causano assottigliamento ed allungamento delle pareti intestinali.
Il dolicocolon congenito può dipendere da:

  • malattie ereditarie;
  • malattie virali contratte dalla madre in gravidanza e trasmesse al feto;
  • esposizione della madre duranza la gravidanza a sostanze tossiche come i pesticidi.

Il dolicocolon acquisito può essere causato o favorito da:

  • dimagrimento eccessivo e improvviso;
  • dieta estremamente ipocalorica;
  • vita sedentaria;
  • dieta vegetariana;
  • malattie metaboliche;
  • età avanzata;
  • abuso di clisteri;
  • mixedema;
  • ipotiroidismo grave non trattato;
  • ipertiroidismo grave non trattato;
  • intossicazioni da piombo e morfina.
MEDICINA ONLINE DOLICOCOLON RADIOGRAFIA RX ADDOME RAGGI X INTESTINO TIPI.jpg

Tipologie di dolicocolon

Sintomi e segni

Il dolicocolon è in alcuni casi asintomatico, cioè può non dare alcun sintomo della sua presenza, mentre in altri determina:

Complicazioni

Le complicanze possibili di un dolicocolon non trattato sono:

  • volvolo intestinale: torsione dell’intestino su sé stesso;
  • blocco intestinale;
  • occlusione intestinale;
  • ischemia intestinale;
  • grosso fecaloma di difficile trattamento;
  • coprostasi;
  • ragade anale;
  • emorroidi;
  • prolasso rettale.

Leggi anche:

Diagnosi

La diagnosi si basa principalmente sull’anamnesi, sull’esame obiettivo e sulla radiografia dell’addome. Spesso il dolicocolon è asintomatico e viene scoperto casualmente nel corso di esami radiologici del tubo digerente eseguiti di routine o per altri motivi. Altri esami che possono essere eseguiti sono la colonscopia (standard o virtuale), l’esame del sangue e l’ecografia addominale. L’esplorazione digitale rettale può aiutare il medico nella diagnosi. La rettosigmoidoscopia è particolarmente utile in tutti i dolore durante la defecazione, stipsi ostinata e blocchi intestinali. In alcuni casi si può ricorrere alla radiografia diretta dell’addome. L’esame delle feci con coprocoltura e ricerca di sangue occulto è in molti casi utile al medico per raggiungere la diagnosi in caso di dubbio, come anche la defecografia e la colonscopia tradizionale e virtuale.

MEDICINA ONLINE DOLICOCOLON RADIOGRAFIA RX ADDOME RAGGI X INTESTINO.jpg

Dolicocolon visto attraverso una radiografia addome con mezzo di contrasto

Terapia e dieta consigliata

Il dolicocolon richiede la pianificazione di una terapia specifica solo quando è sintomatico: se la patologia è asintomatica, non richiede in genere nessuna terapia se non l’osservanza di alcuni consigli dietologici e comportamentali, tra cui:

  • assumere la giusta quantità di fibre (né troppe né troppo poche);
  • assumere almeno 1,5 – 2 litri di acqua;
  • svolgere attività fisica regolare;
  • evitare le abbuffate;
  • evitare cibi ricchi di grassi, ipercalorici, da fast food, “cibo spazzatura”;
  • dimagrire se sovrappeso o besi;
  • smettere di fumare;
  • assumere fermenti lattici;
  • assumere un procinetico dell’intestino come il linacloride;
  • assumere di integratori a base di alghe e fibre alimentari;
  • usare lassativi, ma con moderazione.

Può senza dubbio interessarti questo articolo: Classifica dei cibi con maggior quantità di fibre esistenti

Se il dolicocolon è sintomatico, potrebbe essere indicato l’approccio chirurgico.

MEDICINA ONLINE DOLICOCOLON RADIOGRAFIA RX ADDOME RAGGI X INTESTINO IMMAGINE OPERATORIA.jpg

Dolicocolon: immagine durante intervento chirurgico

Trattamento chirurgico

La chirurgia è riservata ai casi di dolicocolon più complessi, che non migliorano con le cure conservative e/o che sono degenerati in complicanze. Il trattamento chirurgico per il dolicocolon consiste in un intervento di resezione del colon, in modo da ripristinare la normale anatomia dell’intestino crasso. La tecnica chirurgica adottata per eseguire il suddetto intervento può essere la laparotomia (molto invasiva) oppure la laparoscopia (minimamente invasiva). Se il trattamento è adeguato e tempestivo, la maggior parte dei casi di dolicocolon ha prognosi positiva.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.