Fare o non fare la colazione influisce sul nostro peso?

Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Specialista in Medicina Estetica Roma FARE NON FARE COLAZIONE NOSTRO PESO Radiofrequenza Rughe Cavitazione Grasso Pressoterapia Linfodrenante Dietologo Cellulite Calorie Pancia Sessuologia Filler BotulinoQuando si tratta di aiutare le persone a gestire meglio il proprio peso, perderlo se hanno dei chili in più o anche solo evitare di prenderlo, si privilegiano i messaggi semplici. Meno calorie, meno cibi grassi, più frutta e verdura, più movimento. E mi raccomando: mai saltare la colazione. La realtà naturalmente è più complicata di quanto ci faccia comodo pensare, perciò non passa giorno che qualche studio non smentisca o se non altro ridimensioni, la veridicità di questi messaggi, ricordandoci che i fattori che incidono sul peso e sulla composizione corporea sono molteplici e vanno tenuti tutti nella giusta considerazione.

Frutta e verdura non fanno dimagrire ed altri miti

Vi ho già dato conto giorni fa di uno studio che sfata il mito secondo il quale mangiare più frutta e verdura è un’abitudine che avrebbe di per sé il potere di farci dimagrire. Per quanto addentare una mela sia senz’altro una mossa più sana che non affondare i denti in un panino alla mortadella, secondo uno studio americano tutto continua a dipendere dalle quantità: in fondo si possono ingerire molte calorie anche mangiando banane e zucchine. Oggi invece ci occupiamo della caduta di un altro falso mito, quello della colazione. I nutrizionisti l’hanno da tempo incoronata come la regina dei pasti, quello più importante della giornata che molti però colpevolmente saltano. Così facendo si esporrebbero maggiormente al rischio di sovrappeso, perché le calorie ingerite alla mattina possono essere smaltite durante tutta la giornata, diversamente da quelle assunte di sera. Davvero fare o saltare la colazione ha un effetto misurabile sul peso delle persone? A quanto pare no.

Lo studio statunitense

Analizzando 92 studi che in passato si sono occupati della relazione che esiste tra la colazione e il sovrappeso, Emily Dhurandhar e colleghi dell’Università dell’Alabama a Birmingham hanno notato che nessuno di questi aveva raggiunto risposte definitive alla domanda e hanno deciso di mettere alla prova la più comune tra le raccomandazioni nutrizionali per verificare se il messaggio fosse efficace o invece fuorviante. “Gli studi precedenti hanno per lo più dimostrato l’esistenza di una correlazione, ma non necessariamente un rapporto causale”, spiega Dhurandhar. “Al contrario, noi abbiamo svolto un ampio studio randomizzato per esaminare se le raccomandazioni sulla colazione hanno un effetto causale sulla perdita di peso” e hanno utilizzato la perdita di peso dei partecipanti come parametro principale dello studio. Per farlo hanno chiesto a 309 adulti sani ma in sovrappeso o obesi, di età compresa tra i 20 e i 65 anni, di seguire il regime alimentare assegnato per 16 settimane. Divisi in modo casuale in tre gruppi, i partecipanti dovevano saltare la colazione, o al contrario farla tutti i giorni oppure, nel caso del gruppo di controllo, comportarsi come facevano di solito, quindi fare o saltare la colazione in base alle proprie abitudini, ricevendo semplici consigli nutrizionali che però non menzionavano in particolare questo pasto. Alla fine dello studio non vi è stato nessun effetto identificabile sul peso in nessuno dei tre gruppi.

I limiti di questo esperimento

Certo, ammette Dhurandhar, lo studio ha delle limitazioni legate per esempio al fatto che, pur spiegando ai partecipanti in cosa consiste una colazione sana, sono poi stati lasciati liberi di mangiare quel che preferivano, quindi potenzialmente anche cibi molto calorici. Inoltre gli studiosi hanno valutato solo il cambiamento di peso tra l’inizio e la fine dello studio e non altri fattori come il grasso corporeo o cambiamenti verificatisi nell’appetito e nel metabolismo dei partecipanti. Infine occorre capire se 16 settimane, cioè 4 mesi, sono un periodo di tempo sufficiente per apprezzare l’effetto delle raccomandazioni o se non servirebbe un periodo più lungo per osservarne eventuali benefici. I risultati dello studio, insomma, sono un po’ tagliati con l’accetta, tuttavia alla semplice domanda: Fare colazione tutti i giorni per 4 mesi invece che saltarla fa dimagrire? la risposta che questo lavoro è stata in grado di dare è un secco no. Questo non permette agli autori di trarre conclusioni sull’effetto che un particolare tipo di colazione, o una precisa quantità di cibo, possano avere e certamente anche loro ritengono che alcuni tipi di alimenti possono dare una mano nel tenere sotto controllo i chili di troppo. Ma il punto che si intendeva dimostrare è proprio questo, non basta dire “fate colazione”, occorreranno probabilmente altri studi per verificare quali più precise raccomandazioni dare alle persone sulla composizione di questo pasto, al di là dei luoghi comuni.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...