Dove si trovano i polmoni ed a che servono?

MEDICINA ONLINE RESPIRAZIONE DIAFRAMMA FUNZIONI ESAME OBIETTIVO ANAMNESI VISITA MEDICA GENERALE AUSCULTAZIONE ISPEZIONE PERCUSSIONE PALPAZIONE DIFFERENZA FONENDOSCOPIO STETOSCOPIO TORACEI polmoni destro e sinistro si trovano nella cavità toracica ai lati del mediastino, dove è contenuto il cuore. Il polmone destro è più voluminoso del sinistro, in quanto quest’ultimo deve “lasciar spazio” al cuore, posizionato lievemente a sinistra rispetto alla linea mediana del corpo. Alla domanda dei nostri studenti “dove si trovano i polmoni davanti o dietro?” rispondiamo che i polmoni, sul piano sagittale, non possono essere definiti occupare una zona anteriore o posteriore del corpo, dal momento che occupano interamente la gabbia toracica che a sua volta “riempie” interamente il torace.

Inspirazione ed espirazione

L’inspirazione, l’espirazione e la breve pausa che si verifica fra i due movimenti costituiscono un atto respiratorio. Ogni atto respiratorio comporta una serie di cambiamenti di espansione/costrizione della gabbia toracica dove sono alloggiati i polmoni e della posizione del diaframma, il muscolo piatto che separa il torace e l’addome. La contrazione del diaframma spinge in basso il muscolo ed espande verticalmente la cavità dove il polmone è semichiuso (inspirazione, l’aria entra nei polmoni), mentre il suo rilassamento ha l’effetto opposto (il diaframma torna verso l’alto e si ha l’espirazione). Per comprendere i movimenti appena descritti, può esserti utile osservare l’immagine in alto.
Seguendo i movimenti di gabbia toracica e diaframma, i polmoni si espandono e si rilassano ritmicamente, con frequenza regolata in funzione delle richieste dell’organismo ad esempio aumentando la frequenza degli atti quando il soggetto compie uno sforzo fisico. Per approfondire, leggi:

Funzioni dei polmoni

Le funzioni dei polmoni sono estremamente varie e – al contrario di quello che comunemente si pensa – non servono solo al trasporto dell’ossigeno. Oltre alla funzione respiratoria, i polmoni svolgono anche numerose funzioni non respiratorie.

1) Funzione respiratoria
La principale funzione dei polmoni è quella di trasportare l’ossigeno atmosferico (O2) dall’ambiente al sangue (il quale poi lo trasporterà a tutte le cellule), e di espellere anidride carbonica (CO2) contenuta nel sangue verso l’ambiente esterno.

2) Funzioni non respiratorie 
Oltre alle funzioni di respirazione, i polmoni:

  • secernono sostanze quali l’ACE, fattore necessario per la conversione dell’angiotensina I (blando vaso costrittore) in angiotensina II, potentissimo vaso costrittore;
  • insieme ai reni ed ai tamponi ematici, sono i principali regolatori dell’equilibrio acido-base;
  • influenzano la concentrazione di sostanze attive e di farmaci nel sangue arterioso;
  • filtrano i piccoli grumi di sangue che si formano nelle vene;
  • fungono da protezione meccanica per il cuore.

Per valutare la funzionalità polmonare, estremamente utile è la spirometria, a tal proposito leggi anche: Spirometria diretta ed indiretta: come si esegue ed a cosa serve

Patologie dei polmoni

Le patologie polmonari (o comunque relative al sistema respiratorio) più diffuse sono le bronchiti, le polmoniti, le broncopolmoniti, la BPCO, l’asma bronchiale, il cancro polmonare, l’embolia polmonare, l’empiema pleurico, l’enfisema polmonare e – nei bambini – la bronchiolite. Per diagnosticare tali patologie, oltre ad anamnesi, esame obiettivo polmonare e la prima citata spirometria, sono molto usati esami ematici (emogasanalisi) e di diagnostica per immagine come radiografia, TAC, risonanza magnetica e broncoscospia associata a biopsia.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Polmoni ed apparato respiratorio e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.