Differenza tra emogasanalisi arterioso e venoso

MEDICINA ONLINE POLSO RADIALE EMOGASANALISI PRELIEVO DI SANGUE ARTERIOSO ARTERIA RADIALE PROCEDURA VALORI INTERPRETAZIONE SIRINGA INIEZIONE DOLOREL’emogasanalisi, spesso abbreviata con “emogas” o “ega” è un esame ematico diagnostico che consiste nella rilevazione della quantità di ossigeno e di anidride carbonica presenti nel sangue arterioso e del pH del sangue, ottenuto tramite il prelievo di un campione ematico, poi analizzato da un apposito apparecchio chiamato “emogasanalizzatore”.

Tipi di emogasanalisi

Esistono due diversi tipi di esame per emogasanalisi:

  • emogasanalisi venosa;

  • emogasanalisi arteriosa.

L’emogasanalisi venosa prevede che il sangue venga prelevato da una vena. Il prelievo è semplice da attuare e poco fastidioso, in quanto le vene sono superficiali e visibili a occhio nudo.

L’emogasanalisi arteriosa prevede che il sangue venga prelevato da una arteria. Il prelievo è più complesso da attuare per l’operatore e più fastidioso per il paziente, in quanto le arterie sono situate in profondità quindi per raggiungerle l’ago deve essere inserito più a fondo basandosi sulla conoscenza dell’anatomia umana, fatto che rende un emogas arterioso più invasivo e doloroso ed abbisogna di buona esperienza da parte dell’operatore. Nonostante ciò l’emogasanalisi arterioso fornisce dati più precisi riguardo la funzione polmonare, rispetto all’emogas venoso, in quanto misura i livelli di ossigeno, di anidride carbonica di e di pH, mentre l’analisi del sangue venoso è utile per misurare il pH in caso di patologie che richiedono valutazioni metaboliche.

Emogas arterioso: cos’è?

L’emogasanalisi arterioso sistemico ottiene il campione da analizzare tramite l’arteria radiale (polso) del paziente o – più raramente – dall’arteria brachiale (faccia anteriore del gomito) o da quella femorale (inguine). L’emogasanalisi arterioso serve a misurare la quantità di ossigeno e di anidride carbonica presenti nel nostro sangue e il pH del sangue.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cuore, sangue e circolazione, Medicina di laboratorio, chimica, fisica e biologia e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.