Ayurveda nel trattamento del cancro alla mammella

MEDICINA ONLINE AGOPUNTURA TERAPIE ALTERNATIVE CONVENZIONALI COMPLEMENTARI ANAMNESI MEDICO STUDIO ESAME OBIETTIVO VISITA ADDOME AROMI ODORI AROMATERAPIA AYURVEDA PROFUMO RELAX CANDELA PROFUMATA.jpgL’Ayurveda fa parte della medicina tradizionale indiana, che oggi si sta imponendo in Europa come una delle più importanti medicine complementari. Si tratta di un sistema medico e scientifico che fornisce conoscenze speciali del funzionamento del corpo in salute e malato, e soprattutto dei valori psico-somatici presenti in ogni situazione ove c’è malattia e quindi uno stato di sofferenza della persona. Secondo l’Ayurveda, ogni individuo ha un equilibrio personale ed unico in sé, di tre valori, chiamati Pitta, Vata e Kapha, che possono essere letti in molti modi, ma rappresentano l’equilibrio nella persona delle funzioni ghiandolari ed energetiche, di quelle nervose, e delle funzioni del corpo fisico. Questo equilibrio si chiama Prakriti e può essere letto dal medico ayurvedico, che lo confronta con un altro profilo energetico, detto Vikriti, che corrisponde all’energia nel momento della malattia. Il medico vede questi profili osservando il paziente e controllandogli il polso, quindi prescrive le cure per riequilibrare i tre fattori e portarli vicino alla Prakriti, che significa salute.

Ayurveda e tumore al seno

Il trattamento ayurvedico viene associato ai trattamenti classici (chirurgia, radioterapia, chemioterapia, ormonoterapia) per rendere meno tossico il periodo delle cure, per avviare la paziente ad una rigenerazione psico-somatica ed aumentare le possibilità di reale guarigione. Ciò avviene con prescrizioni dietetiche, raccomandazioni psicologiche e comportamentali, trattamenti sul corpo, come massaggi speciali, uso di farmaci erboristici speciali. Una parte importante di questi trattamenti è mirata all’eliminazione delle tossine fisiche e all’attivazione dell’energia di guarigione interiore. Nel tumore del seno si presta particolare attenzione all’equilibrio psicosomatico, in quanto si ha a che fare con un tumore legato a profonde sofferenze psicologiche ed emotive, e vengono avviati i processi di autoconsapevolezza che possono potenziare la guarigione.

IMPORTANTE: In nessun caso i trattamenti complementari devono sostituire o anche solo ritardare l’uso di terapie tradizionali (chirurgia, terapia ormonale, radioterapia e chemioterapia), le uniche di comprovata efficacia scientifica nel trattamento del tumore al seno. Chiedete sempre consiglio al vostro medico prima di iniziare una terapia complementare.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Farmaci, terapie e sostanze d'abuso, Senologia e prevenzione del tumore alla mammella e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.