Di masturbazione ci si può ammalare e perfino morire

MEDICINA ONLINE OGGETTI CORPO ESTRENEO ANO BAMBINO ESOFAGO STOMACO BATTERIE SEX TOYS OGGETTI SESSO GIOCATTOLI TOSSICI BOTTIGLIA PENNA PENNARELLO COLON RETTO RISCHI COSA FARE COLONSCOPIA INTESTINO DIGERENTE RX RADIOGRAFIAE’ vero: una masturbazione regolare ma saltuaria, diminuisce il rischio di cancro alla prostata. Ma l’autoerotismo è una pratica totalmente innocua ed esente da rischi? Non esattamente: secondo lo scienziato forense Harald Voss, ogni anno muoiono circa 100 persone per colpa dell’autoerotismo, tuttavia il dottor Voss assicura che tale cifra tende a sottostimare gli eventi fatali da masturbazione, in quanto molti casi di morte per autoerotismo non vengono denunciati, dato che le famiglie delle vittime tendono a mascherare la vera causa del decesso del loro parente: spesso infarti, ictus ed asfissie correlate alla masturbazione vengono imputati ad altre cause. Le principali vittime sono i maschi, ma le donne non sono esenti da rischi. La masturbazione può risultare letale in modo diretto, tramite pratiche estreme attuate per provare maggiore piacere sessuale, oppure in modo indiretto, determinando ad esempio aumenti di pressione arteriosa che possono essere letali in alcuni individui a rischio, ad esempio i cardiopatici od i soggetti che soffrono di aneurisma cerebrale o addominale.

Le pratiche più pericolose

Tra le pratiche autoerotiche maggiormente predilette, se non tra le più pericolose, vi è la pratica di arrivare all’orgasmo finale mediante la privazione di ossigeno, il che determinerebbe un piacere sessuale più elevato. Per raggiungere tale scopo vengono usati strumenti quali corde alla gola, lacci ed addirittura sacchetti di plastica, i quali spesso si rivelano fatali, anche perché il soggetto – preso dall’elevata eccitazione sessuale raggiunta – sottostimerebbe i sintomi di grave ipossia cerebrale. L’asfissia comunque non è la sola causa di morte: ci sono stati decessi causati da attività autoerotiche che prevedevano pratiche di elettrocuzione o l’uso di oggetti taglienti sul pene o su altre parti del corpo, che hanno determinato emorragie letali.

Aneurismi e sex toys

Non sono rari i casi di bondage (pratica in cui si immobilizza un partner con lacci e corde) finiti male o di oggetti usati come sex toys inseriti nell’ano (perfino coltelli, pistole ed animali vivi), che hanno determinato traumi ed emorragie mortali. Inoltre, durante l’orgasmo, il picco pressorio ha talvolta determinato la rottura di un aneurisma cerebrale, con relativo ictus cerebrale emorragico. Infine non va dimenticato il possibile instaurarsi di masturbazione compulsiva da porno online, malattia psichiatrica in netto aumento in cui il soggetto è dipendente dalla dopammina rilasciata dal cervello durante l’orgasmo: a tal proposito, leggi anche: Masturbazione compulsiva e dipendenza dalla pornografia online causano impotenza anche nei giovani: colpa dell’effetto Coolidge

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.