Dieta per le malattie del fegato: cibi consigliati e consigli

MEDICINA ONLINE MALATTIE FEGATO EPATOPATIE AUTOIMMUNI SINTOMI PRURITO PELLE ITTERO INSUFFICIENZA RENALE ALCOL GRASSI DIABETE CISTIFELLE EPATITE A B C CIRROSI EPATICA STEATOSI ALCOLICA NON EPATOCITI TRAPIANTO.jpgPer il paziente con epatopatia (come ad esempio steatosi, cirrosi, insufficienza epatica ed epatite) è importante, ai fini della terapia, condurre uno stile di vita sano e soprattutto alimentarsi in modo corretto, in modo da evitare di sovraccaricare un organo già sofferenze e di mandare in circolo tossine in grado di determinare gravi conseguenze, come l’encefalopatia epatica.

 

Consigli generali

Consigli importanti per il paziente con epatopatia, sono:

  • perdere peso se obeso o sovrappeso;
  • non fumare;
  • non assumere droghe;
  • svolgere periodicamente attività fisica;
  • evitare di assumere farmaci non necessari, specie paracetamolo, FANS come l’acido acetilsalicilico, antibiotici;
  • evitare di assumere integratori alimentari non necessari, specie proteine ed aminoacidi;
  • seguire una dieta corretta.

Dieta per il paziente con epatopatia

In caso di malattia epatica, alcune importanti raccomandazioni dietologiche generali sono:

  • evitare alcolici e superalcolici;
  • diminuire l’apporto di sale giornaliero;
  • mangiare più volte pasti piccoli durante la giornata;
  • evitare pasti abbondanti;
  • evitare cibi grassi e fritti;
  • evitare cibi da fast food;
  • evitare cibi ipercalorici;
  • evitare l’eccesso di colesterolo e di acidi grassi, soprattutto saturi o idrogenati;
  • preferire cibi a basso indice glicemico e ricchi di fibre;
  • evitare dolcificanti e coloranti;
  • preferire alimenti naturali e non lavorati/raffinati;
  • preferire cibi freschi e non confezionati;
  • consumare i funghi in quantità ridotta;
  • evitare il digiuno;
  • assumere elevate quantità di frutta e verdura di stagione.

La raccomandazione più importante è quella di diminuire gli alimenti proteici, a tal proposito leggi anche:

Cottura dei cibi

In caso di malattia epatica è importante diminuire al massimo le tossine derivanti dalla carbonizzazione, cioè quei residui della cottura ad elevata temperatura come idrocarburi policiclici aromatici, acrilamide, formaldeide ed acroleina. A tale scopo:

  • evitare: frittura, cottura alla griglia, allo spiedo ed alla piastra;
  • preferire: bollitura, a vapore, a bagnomaria, a pressione, sottovuoto e vasocottura.

Dieta consigliata nelle epatopatie

In genere, nella maggioranza delle epatopatie, la cura passa necessariamente attraverso una dieta controllata. Qui di seguito vi presentiamo una lista di alimenti vietati, da assumere con moderazione e consigliati in caso di epatopatia, ricordando ovviamente che ogni malattia epatica può avere delle indicazioni dietologiche specifiche. Chiedete sempre al vostro medico a riguardo.

Alimenti vietati

  • superalcolici;
  • vino;
  • birra;
  • tutte le bevande zuccherine;
  • tutte le bevante gassate;
  • zucchero bianco;
  • zucchero di canna;
  • marmellata;
  • miele;
  • torte;
  • pasticcini;
  • biscotti;
  • gelatine;
  • budini;
  • caramelle;
  • frutta sciroppata;
  • frutta candita;
  • prodotti da forno;
  • cibi da fast-food;
  • burro;
  • lardo;
  • strutto;
  • panna;
  • frattaglie;
  • insaccati come salame, salsiccia, mortadella;
  • maionese;
  • salse grasse.

Alimenti consentiti con moderazione

  • uva;
  • banane;
  • fichi;
  • cachi;
  • mandarini;
  • frutta secca ed essiccata;
  • patate;
  • affettati sgrassati come tacchino, pollo, prosciutto cotto/crudo, speck, bresaola (massimo due volte a settimana ed in modiche quantità);
  • formaggi (modiche quantità);
  • olio extravergine d’oliva;
  • caffè (massimo 3 tazzine al giorno).

Alimenti consentiti e consigliati

  • pesce azzurro (aringa, sardina, sgombro, alice)
  • verdura di stagione;
  • frutta di stagione;
  • pane;
  • pasta;
  • riso;
  • avena;
  • orzo;
  • farro;
  • cibi integrali;
  • latte scremato o parzialmente scremato;
  • yogurt scremato o parzialmente scremato;
  • carne magra, preferibilmente bianca (pollo e tacchino);
  • legumi;
  • acqua (tra 1,5 e 2 litri al giorno);
  • tisana senza zucchero;
  • spezie.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.