Fino a che età cresce il seno nelle donne?

MEDICINA ONLINE seno mammelle donna gravidanza cambia capezzoli areolaSalvo casi particolari, solitamente il seno comincia a crescere all’inizio della pubertà, quindi tra i 10 e i 13 anni; successivamente la crescita della mammella prosegue negli anni successivi fino generalmente a 16-17 anni, anche se può continuare fino a 18-19 anni, periodo in cui tende a raggiungere i limiti impostigli dalla genetica. Ovviamente queste tempistiche sono generalmente molto soggettive e possono variare da persona a persona, specie se la giovane ha alterazioni ormonali.

Dopo i 19 anni generalmente non si assiste a variazioni importanti della grandezza del seno, anche se possono essere presenti vari altri fattori che contribuiscono ad aumentare o a diminuire le dimensioni del seno, come ad esempio:

  • gravidanza;
  • allattamento;
  • perdita di massa grassa (ad esempio a causa di diete ipocaloriche, di disturbi del comportamento alimentare come l’anoressia nervosa, di cachessia, di patologie endocrine come l’ipertiroidismo, di farmaci dopanti, di uso di droghe o di attività sportiva intensa);
  • aumento di massa grassa (ad esempio a causa di alimentazione sbilanciata, di disturbi del comportamento alimentare come il disturbo da alimentazione incontrollata, di patologie endocrine come l’ipotiroidismo o di vita sedentaria) ;
  • varie patologie ormonali;
  • età.

Ricordiamo che la mammella ha due componenti principali: una componente ghiandolare che cresce fino a tutta la pubertà ed è preponderante in giovinezza (e in gravidanza/allattamento) per poi ridursi in menopausa, ed una componente adiposa (preponderante nella donna anziana) che cresce potenzialmente tutta la vita all’aumentare della percentuale di massa grassa corporea. Questo è uno dei motivi per cui l’ecografia mammaria si preferisce in giovane età mentre la mammografia in età avanzata: la prima tecnica permette infatti una più facile visualizzazione di eventuali masse anomale nel contesto di un seno molto ghiandolare, mentre la seconda permette una più facile visualizzazione di una massa anomala in un contesto più adiposo.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Ormoni ed endocrinologia, Senologia e prevenzione del tumore alla mammella e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.