Fantasie sessuali e sogni erotici maschili e femminili sono diversi, ecco come

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma SESSO ORALE DOVE FINISCE LO SPERMA INGOIATO Riabilitazione Nutrizionista Medicina Estetica Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata Macchie Capillari Linfodrenaggio PeneLe fantasie sessuali, sono con ogni probabilità la più comune e privata forma di esperienza sessuale dell’essere umano. Sono quei pensieri a sfondo sessuale, che insorgono in modo spontaneo o riflesso, in pratica scattano anche da sole, quando uno meno se le aspetta! Di che tipo sono? Ci sono tante fantasie sessuali quanti gli individui, un po’ come le impronte digitali, e tante diverse in ogni individuo stesso! Hanno una funzione importantissima. Potremmo considerarle un afrodisiaco potente, inesauribile a costo zero: accendono il desiderio erotico, mantengono l’eccitazione durante il rapporto, arricchiscono di stimoli imprevedibili e gustosi la sessualità umana.

Sono un fenomeno molto diffuso: non esiste comportamento sessuale (masturbazione o coito) che non sia accompagnato, almeno in parte, da qualche fantasia sessuale e, ovviamente. riguardano sia gli uomini che le donne.

Un aspetto attualmente molto gettonato è quello delle differenze di genere nelle fantasie sessuali. Degli uomini si può dire che fantasticano in media molto più, e che al fantasticare fa spesso seguito la masturbazione, sostituisco più spesso il partner in una stessa fantasia, di cui immaginano attributi sessuali (genitali, seni, natiche) , in tre parole sono sempre ‘a luci rosse’! Il ricordo delle generose forme di una amica (della moglie, magari), suscita una fantasia subito più carnale, alla quale è solitamente associato uno stato di eccitazione fisica, il suo film mentale non prevede troppi preludi romantici, ma velocemente include… forse è meglio lasciare alla fantasia di chi legge intuire il seguito!

L’immaginario erotico delle donne è assai più ricco e articolato, contraddistinto dalla trama a supporto delle scene fantasticate: predominano le sensazioni tattili ed l’idea di dare intenso godimento al partner, di cui fantasticano anche personalità e status. Tutto ciò ha un potere erogenico forte assieme all’idea di sentirsi desiderata in modo ardente, essere irresistibile, dover essere posseduta a tutti costi. Un esempio? Fantasticare una situazione erotica proibita (col proprio capo sposatissimo) fortuito contatto, le mani si sfiorano incidentalmente, l’inebriante suo profumo, le carezze osé, baci e sfioramenti audaci, fino all’inclusione (ma non sempre) del rapporto sessuale e le varie pratiche di contorno.

In quanto alla trasgressione è una componente presente in entrambi i sessi: immaginare di essere blandamente percossi, fantasticare partner proibiti (conoscenti, partner dell’amico/a, ecc), persone del proprio sesso, molto diffuse le fantasie con amore di gruppo, e l’utilizzo di strumenti di piacere, maschere ed indumenti sexy da indossare. Le fantasie sessuali se condivise col proprio partner nell’intimità offrono spunti originali per ‘giocare’ ruoli insoliti, buon antidoto per la monotonia sessuale, insidiosa per le coppie stabili. Questo la dice lunga sul ruolo non trascurabile che l’immaginario esercita sul benessere psicologico e la salute della coppia! Quello che potremmo chiederci ancora è se l’immaginario erotico è diverso fra etero ed omosessuali, e forse potrebbero non mancare delle sorprese!”

Non distinguendo tra uomo e donna risulterebbe come tra tutte le fantasie, quelle più comuni riguardino il sesso di gruppo (ben il 36% degli intervistati), seguono quelle legate aspecifiche situazioni (10%) insieme a fantasie di prestazione (10%). Esibizionismo e dominare o essere dominati sono indicate come fantasie principali nel 5% dei casi. Il 4% esprime fantasie quali essere legati o bendati, scambio di coppia, voyeurismo e fantasie omosessuali (in soggetti eterosessuali).

Ma le cose cambiano quando analizziamo il campione dividendolo in uomini e donne. Allora scopriamo dati davvero interessanti. Tra chi ha espresso fantasie orgiastiche il 70% sono uomini ed il 30% donne ma le le percentuali sono quasi equamente distribuite quando per si parla di “sesso a tre” (45% donne e 55% uomini): come dire fantasie trasgressive si, ma senza esagerare. Specificando ulteriormente si scopre come nelle donne eterosessuali che esprimono fantasie relative a “sesso di gruppo” ben il 75% dichiara di poter avere rapporti sia con gli uomini che con le donne presenti nella situazione mentre soltanto il 25% degli uomini dichiara lo stesso (la gelosia non sembra abbandonare del tutto i maschietti neppure nella fantasia). Anche quando le fantasie erotiche sono di tipo omosessuale in soggetti eterosessuali la distribuzione percentuale è la stessa (75% donne, 25% uomini). Questo dato spiegherebbe il motivo dell’uso frequente di immagini di rapporti omosessuali tra donne (e meno tra uomini) in film, video musicali e pubblicità con target sia femminile che maschile.

Un’altra differenza tra uomini e donne riguarda le fantasie di prestazione e situazionali. Le donne esprimono più frequentemente fantasie legate a situazioni specifiche (sesso nella vasca da bagno, in ascensore, in un camerino di un negozio, davanti al camino, in un prato, ecc.) mentre negli uomini sono più comuni fantasie di prestazione (sesso anale, sesso orale, specifiche posizioni, ecc.).

Le fantasie di violenza o di essere presi con forza e contro la propria volontà sono più comuni tra le donne così come le fantasie di esibizionismo mentre quelle voyeuristiche e lo scambio di coppia (scambiarsi i partner ma non sesso di gruppo) sono più comuni tra gli uomini.

Notare bene: La maggior parte degli intervistati dichiara di non aver mai realizzato concretamente la fantasia ma che lo desidererebbero. Di fatto però il desiderio di realizzazione sembra essere parte integrante della fantasia stessa. Insomma, l’intenzione di realizzare la propria fantasia altro non è che parte della fantasia stessa. Raggiunto lo scopo per il quale la fantasia è stata prodotta (desiderio-eccitazione-orgasmo) la stessa fantasia perde, in quel momento, il suo valore erotico. Come dire: sognare è stimolante, facile e perfino opportuno, ma tra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare.

Leggi anche

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.