Illusioni ottiche: incredibili immagini a colori e spiegazione del fenomeno

MEDICINA ONLINE ILLUSIONE OTTICA IMMAGINE ESEMPIO 10Con il termine illusione in medicina si indica genericamente la distorsione di una percezione sensoriale relativa ad uno stimolo realmente esistente, causata dal modo in cui il cervello normalmente organizza ed interpreta le informazioni che riceve. Le illusioni possono coinvolgere tutti i sensi, ma quelle visive, chiamate illusioni ottiche o “visive”, sono le più famose e conosciute dal momento che la vista, negli esseri umani, rappresenta il senso più importante, quindi quando una illusione inganna la nostra vista, essa ci colpisce particolarmente. Nell’illusione ottica un oggetto viene percepito in modo diverso da come è realmente a causa di un errore della sua interpretazione da parte della corteccia visiva. Prendiamo ad esempio l’immagine che vedete qui sotto: è più lunga la linea rossa in alto o quella in basso? Secondo voi quella in basso è più lunga? Sbagliato: sono uguali. Le due frecce laterali hanno ingannato la normale percezione del vostro cervello.

MEDICINA ONLINE ALLUCINAZIONE ALLUCINOSI ILLUSIONE VISIVA OTTICA LINEA LINEE FRECCIA LUNGHEZZA UGUALE O DIVERSA optical illusions

Chiarito il concetto, osserviamo ora alcune illusioni ottiche più complesse, dove l’immagine appare in movimento anche se in realtà è ferma.

Nota: fissando a lungo un punto, l’immagine tende ad apparire ferma, mentre muovendo gli occhi continuamente (ad esempio facendo dei cerchi con lo sguardo), l’immagine tende ad apparire in movimento.

 

Illusioni ottiche: spiegazione

L’apparato visivo degli esseri umani è simile a una macchina fotografica (anche se in realtà è il contrario!): la luce raggiunge gli occhi ed entra attraverso la pupilla fino a raggiungere la retina, dove le informazioni luminose sono trasdotte in impulsi elettrici inviati al cervello tramite il nervo ottico. A questo punto entra in gioco il cervello, che analizza gli stimoli ricevuti dalla retina e li traduce in immagini, grazie alla corteccia visiva. La corteccia visiva ha sede nel lobo occipitale del cervello ed composto da due porzioni:

  • La “corteccia visiva primaria” o area 17 di Brodman, è la regione che si incarica dell’elaborazione delle informazioni sugli oggetti statici ed in movimento: è responsabile della visione.
  • La corteccia visiva secondaria, o area 18 di Brodman, e la corteccia visiva terziaria, o area 19 di Brodman, sono definite “aree associative della visione” o “aree di associazione visiva” in quanto implicate nell’analisi, nel riconoscimento e nell’interpretazione delle immagini elaborate nella corteccia visiva primaria.

In pratica mentre la corteccia visiva primaria ci permette di vedere – ad esempio – un bicchiere, le altre cortecce visive ci permettono di interpretare e dare un significato a quanto visto, confrontandolo con il “database” di informazioni contenuto nella nostra memoria di oggetti visti nella nostra vita e quindi ci permettono di capire che quello che stiamo guardando è un bicchiere. In alcuni casi, la particolare conformazione dell’immagine o i suoi colori giustapposti in determinati modi, forniscono delle informazioni che non riescono ad essere correttamente interpretati dalla corteccia visiva e quindi si percepisce l’esistenza di qualcosa che non esiste realmente, come nei miraggi (che sono allucinazioni), oppure si interpreta in modo sbagliato ciò che esiste davvero (illusione). È quello che accade ad esempio anche con la Luna, che ci sembra più piccola quando si trova sopra la nostra testa e più grande quando appare vicina all’orizzonte: in entrambe le situazioni si tratta solo di un’illusione ottica.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Medicina degli organi di senso e otorinolaringoiatria, Neurologia, psicologia e malattie della mente e contrassegnata con , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.