Differenza tra cisti e linfonodo

MEDICINA ONLINE LABORATORIO LYMPH NODE SYSTEM HUMAN CORPO UMANO SISTEMA LINFATICO LINFONODO LINFA CIRCOLAZIONE BLOOD TEST EXAM ESAME DEL SANGUE FECI URINE GLICEMIA ANALISI VALORI ERITROCI linfonodi sono strutture specifiche del sistema linfatico, formate da tessuto linfoide aggregato in noduli, e possono essere unici o più spesso raggruppati in vere e proprie stazioni linfonodali o linfocentri. Un linfonodo, se neoplastico, appare ingrossato solitamente sopra i 2cm, ha consistenza duro-lignea, alla palpazione risulta non mobile rispetto ai piani profondi. Un linfonodo reattivo invece ha una consistenza aumentata, ma non duro-lignea, è mobile rispetto ai piani sottostanti e spesso presenta i segni della flogosi (dolore, temperatura aumentata, gonfiore, rossore e lesa funzione).

La cisti è una cavità o sacca, normale o patologica, chiusa da una membrana ben distinta, contenente un materiale liquido o semisolido. Di forma generalmente rotondeggiante, possono presentarsi singolarmente o in numero variabile. Una volta formata, una cisti può scomparire da sé o può richiedere di essere rimossa chirurgicamente. A seconda del contenuto la loro consistenza varierà (es. un contenuto liquido la renderà flottante), le dimensioni sono variabili, da molto piccole a enormi.

E’ difficile distinguere una cisti da un linfonodo senza supporto strumentale. L’ecografia – o altre techniche di diagnostica per immagine – ci aiuta a riconoscere le caratteristiche tipiche di un linfonodo (es. riconoscimento dell’ilo linfonodale) e quindi a porre diagnosi differenziale con una cisti.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, La medicina per tutti e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.