Esofago e trachea: zona, anatomia, rapporti e differenze

MEDICINA ONLINE Dott Emilio Alessio Loiacono Medico Chirurgo Roma ESOFAGO TRACHEA ZONA ANATOMIA DIFFERENZE RAPPORTI Riabilitazione Nutrizionista Infrarossi Accompagno Commissioni Cavitazione Radiofrequenza Ecografia Pulsata  Macchie Capillari.jpgLa trachea e l’esofago decorrono verticalmente e parallelamente partendo entrambi dalla faringe (durante la deglutizione, l’epiglottide si inclina posteriormente proprio per permettere al cibo di andare in esofago e per evitare che finisca in laringe, trachea e polmoni). La faccia posteriore della trachea è rivolta verso l’esofago ed ovviamente la faccia anteriore dell’esofago è rivolta verso la trachea.

Trachea, esofago e vertebre
La trachea decorre anteriormente all’esofago, dalla sesta vertebra cervicale (C6) fino alla quarta vertebra toracica (T4), mentre l’esofago decorre posteriormente dalla sesta vertebra cervicale (C6, la stessa della trachea) ma termina più in basso, a livello della undicesiva vertebra toracica (T11).

Leggi anche:

Funzioni differenti
La trachea ha il compito principale di trasportare l’aria inspirata da bocca e naso in direzione dei bronchi ed i polmoni e viceversa: permette all’aria espirata di passare dai polmoni verso l’esterno. Il flusso dentro la trachea è quindi fisiologicamente bidirezionale.
L’esofago invece permette il passaggio del cibo dalla bocca allo stomaco, e lo fa in modo fisiologicamente unidirezionale, in modo che cibo digerito ed acidi gastrici possano tornare indietro e danneggiare esso stesso. Quando ciò non è possibile si possono verificare varie patologie come esofagiti ed esofago di Barrett, a tale proposito leggi: Esofago di Barrett: sintomi iniziali, diagnosi, terapia, dieta e chirurgia

Struttura differente
La trachea, grazie ai suoi anelli cartilaginei, è una struttura semirigida pervia, cioè aperta, senza ostruzioni. L’esofago invece è elastico ed il suo lume (cioè lo spazio al suo interno) è una cavità virtuale: diventa reale al passaggio del bolo alimentare. Per una lettura approfondita sulle funzioni e sull’anatomia di esofago e trachea, vi rimando ai seguenti articoli:

Rapporti tra esofago e trachea
Come prima accennato, posteriormente la trachea è in rapporto con l’esofago che, deviando verso sinistra, forma con la trachea un angolo diedro in cui decorre il nervo ricorrente di sinistra; il nervo ricorrente di destra corrisponde invece alla faccia posteriore della trachea. Il rapporto tra esofago e trachea è assai stretto ed è reso più intimo dalle fibre del muscolo tracheoesofageo, un fascio muscolare liscio che riunisce trachea ed esofago. Una formazione muscolare analoga, il muscolo broncoesofageo, si trova a riunire il bronco sinistro con l’esofago, nel punto in cui i due condotti si incrociano.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Dietologia, nutrizione e apparato digerente, La medicina per tutti, Polmoni ed apparato respiratorio e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.