Propoli: cos’è, a cosa serve, come si usa e proprietà terapeutiche

MEDICINA ONLINE INTEGRATORE ALIMENTARE PILLOLA MEDICINALE FARMACO PROTEINE AMINOACIDI VITAMINE MINERALI BIOLOGICO ORGANICO VEGANO PROPRIETA POSOLOGIA CONTROINDICAZIONI EFFETTI COLLATERALI FOOD SUPPLEMENT DRUGS PILLSLa propoli (pronuncia “pròpoli”, altre volte chiamata al maschile) è una sostanza resinosa vegetale che le api raccolgono dalle gemme e dalla corteccia delle piante ed utilizzano per rivestire tutte le superfici interne dell’alveare, i favi e le pareti dell’arnia, con lo scopo di impedire il diffondersi di batteriosi e malattie che la presenza di tanti insetti molto vicini e a contatto tra loro favorirebbero facilmente.

Composizione della propoli

Vari tipi di propoli diverse hanno una composizione diversa in funzione di moltissimi fattori a seconda della vegetazione di origine, della stagione e di molti altri fattori; è quindi davvero impossibile stabilire una composizione esatta ed universalmente valida della propoli. Mediamente nelle propoli sono presenti oltre 150 composti biochimici diversi, tra cui i più rappresentati sono:

  • resine (45-55%),
  • cera e acidi grassi (25-35%),
  • oli essenziali e sostanze volatili (10%),
  • polline (5%)
  • composti organici e minerali (5%)

Le componenti di maggiore interesse per l’organismo umano, sono:

  • Minerali: Mg, Ca, I, K, Na, Cu, Zn, Mn e Fe.
  • Vitamine: B1 (tiamina), B2 (riboflavina), B6 (piridossina), C (acido ascorbico), E (tocoferolo), P (flavonoidi).
  • Enzimi: succinato deidrogenasi, glucosio 6-fosfatasi, fosfatasi acida.
  • Acidi: acido caffeico feniletilestere (CAPE) contenuto nelle resine e nei composti organici, fenolo, adenosintrifosfato (ATP)
    • Derivati dell’acido benzoico: acido gentisico, acido salicilico, acido protocatechico, acido-3-ossibenzoico, acido-4-ossibenzoico, acido gallico, acido-4-metossibenzoico
    • Derivati dell’acido cinnamico: acido caffeico, acido ferulico, acido isoferulico, acido idrocaffeico, acido p-cumarico, acido o-cumarico, acido m-cumarico
  • Cumarine: cumarina, esculetina, scopoletina
  • Alcoli: alcol benzilico, alcol cinnamilico, alcol feniletilico, alcol pentenilico, alcol 3,5-dimedossibenzilico
  • Aldeidi: vanillina, isovanillina, aldeide cinnamica
  • Flavonoidi
    • flavoni: 5-idross-7,4′-dimetossiflavone, acacetina, apigenina-dimetiletere 7,4’, crisina, pectolinarigenina, tettocrisina
    • flavonoli: 3,5-diidrossi-7,4′-dimetossiflavone, betuletolo, ermanina, galangina, isalpinina, isoramnetina, kaempferide, kaempferolo, quercetin-3,3′-dimetiletere, quercetina, ramnazina, ramnetina, ramnocitrina
    • flavanoni: 5-idrossi-7,4′-dimetossiflavanone, isosakuranetina, pinocembrina, pinostrobina
    • diidroflavonoli: pinobaksina, pinobanksina-3-acetato
  • Terpeni sono contenuti nelle resine e negli oli essenziali e conferiscono il caratteristico odore al propoli
    • Idrocarburi: cariofillene, α-guaiene, β-selinene
    • Alcoli sesquiterpenici: β-eudesmolo, guaiolo
  • amminoacidi
  • acidi grassi
  • chetoni
  • steroli
  • polisaccaridi
  • lattoni

I flavonoidi

Particolare menzione merita il gruppo dei flavonoidi che sono contenuti in grande quantità nella propoli (fino al 20% del peso). L’ape modifica la struttura dei flavonoidi, originariamente presenti nelle piante, togliendo gli zuccheri contenuti nel composto organico grazie agli enzimi prodotti dalle sue ghiandole salivari.

Leggi anche:

Proprietà mediche

La propoli ha varie proprietà, tra cui:

  • antisettiche: contenimento in modo naturale di vermi (antielmintico) batteri (antibiotico), funghi (antimicotico) e virus (antivirale) ;
  • antinfiammatorie;
  • protettive: formazione di una pellicola cerosa idrorepellente di difesa sulla superficie dei frutti che ostacola lo sviluppo dei patogeni
  • cicatrizzanti: rapido asciugamento e cicatrizzazione delle ferite provocate da tagli di potatura, eventi climatici, (grandine, vento, ecc.), punture di insetti.
  • antiossidanti;
  • immunostimolanti;
  • vasoprotettive;
  • antitumorali.

Come si usa in campo medico

Gli integratori di propoli si trovano generalmente in forma di gocce o di spray, da sola o in associazione ad altri composti che ne aumentano l’efficacia. L’uso della propoli in soluzione alcolica trova applicazioni in medicina, specie in dermatologia, in odontostomatologia ed in gastroenterologia per le sue proprietà antibatteriche e antibiotiche naturali.  Per l’uso esterno (micosi o ferite in fase di cicatrizzazione) è pratico l’uso di bastoncini con l’estremità ovattata. Per uso interno (affezione del cavo orale, mal di gola, gengiviti, gastriti…) un modo semplice e pratico di somministrazione consiste nell’inserire con il contagocce una piccola quantità di soluzione direttamente in bocca, dopo aver sorseggiato un po’ d’acqua, ed ingerire. In questo modo la propoli aderisce ai tessuti, senza dare la sensazione di bruciore dovuta alla presenza dell’alcool. E’ necessario prestare attenzione in quanto le macchie sugli abiti ed in alcune superfici porose a volte sono indelebili. Per il mal di gola sono ottime le formule in spray.

Prodotti di altissima qualità

Vi riportiamo una selezione di miele ed altri prodotti di altissima qualità, scelti e selezionati dal nostro Staff di appassionati ed esperti:

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, Integratori alimentari, vitamine e sali minerali e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.