Pera: proprietà, valori nutrizionali, calorie, fa ingrassare?

MEDICINA ONLINE PERA FRUTTA NATURA CALORIE DIETA VALORI PROPRIETA NUTRIZIONALI CONTROINDICAZIONI CARBOIDRATI DIMAGRIRE MANGIARE EFFETTI COLLATERALI COSTIPAZIONE STIPSI STRINGE CIBO PEAR PEARS FRUITS APPLE WALLPAPER TABLE.jpgL’albero della pera, il cui nome scientifico è Pyrus communis, appartiene alla famiglia delle Rosaceae, può raggiungere i 15 metri di altezza, con radici molto profonde e cresce spontaneo nei boschi delle regioni europee.

Pera e tipi di pera

La pera è ormai coltivata in tutte le parti del mondo; anche in Italia la sua coltivazione è diffusa in tutte le regioni con particolare rilievo in Emilia Romagna,  Trentino, Piemonte e Veneto. E’ ricca di zuccheri semplici, specialmente fruttosio, inoltre la prevalenza di potassio la rende adatta ad una dieta iposodica (cioè una dieta povera di sodio). La produzione avviene da fine luglio e si conserva anche 3-4 mesi in regime di freddo. La pera risulta pertanto disponibile per gran parte dell’anno e si consuma al naturale o cotta in sciroppo di zucchero. Le varietà di pere sono moltissime. Queste si distinguono per il colore, la forma, la grandezza ed il gusto, in particolare i tipi di pera più diffuse sono le seguenti:

  • William dall’aspetto tondeggiante, di colore piuttosto uniforme e dalla buccia molto sottile, ha una polpa succosa ed è la più coltivata in Italia.
  • Max Red Bartlett di media grandezza, con peduncolo breve, buccia liscia, giallastra, soffusa di rosso all’insolazione. Le William sono largamente utilizzate dall’industria per la preparazione di sciroppi e succhi.
  • Decana tondeggiante con buccia giallo-verde e striature rossastre alla maturazione. La sua polpa è dolce, gustosa e compatta, ben si presta alla cottura, in particolare alla preparazione di marmellate e succhi di frutta.
  • Abate Fétel grande, con collo allungato, carnoso alla base. La buccia è giallastra e ruvida, parzialmente rugginosa. La polpa è giallo pallido, si scioglie in bocca, molto succosa, zuccherina e aromatica. È gustosa e dissetante. Vicino alla base del torsolo ci sono dei semi marroni e lucidi.
  • Kaiser Alessandro polpa bianco giallastra, consistente, appena granulosa, succosa, dolce-acidula, aromatica.
  • Conference di dimensioni medie, piriforme, con peduncolo lungo, La buccia è giallo-verde e rugginosa. La polpa è bianco avorio, molto succosa, dolce e aromatica.
  • Spinella di media grandezza, di forma piriforme tozza, con peduncolo lungo. La buccia a maturazione, si presenta gialla sfacciata di rosso carminio con abbondante punteggiatura. La polpa è compatta, ricca di noduli, dolce, poco succosa, tannica; vengono quindi utilizzate prevalentemente cotte o nella preparazione del vino cotto per arricchire il mosto di zuccheri e tannini.

Calorie della pera

La pera possiede 35 calorie ogni 100 grammi di parte edibile.

Valori nutrizionali

Composizione chimica per 100 g di prodotto
Acqua g 83,9
Carboidrati g 15,4
Proteine g 0,4
Grassi g 0,1
Fibre g 3,3
Zuccheri

di cui:

g 9,8
Saccarosio g 0,8
Destrosio g  2,8
Fruttosio g 6,2

La pera fa ingrassare?

In virtù delle sue qualità, la pera può essere inserita in una dieta ipocalorica ed assunta tranquillamente, meglio se lontano dai pasti principali (ad esempio usandola come spuntino) e sempre in quantità moderate. Un frutto al giorno fornisce molti utili nutrienti, senza pesare sull’apporto calorico giornaliero.

Pera e diabete

Le pere possono essere assunte dal paziente diabetico, in dosi moderate, lontano dai pasti principali e dopo parere positivo del medico.

Importante: in caso di dubbio, il paziente diabetico può – sotto controllo medico – monitorare la propria risposta glicemica all’assunzione di certi alimenti, annotando i valori su un taccuino e raffrontando le relative glicemie.

Per approfondire: Il diabetico può mangiare le fragole ed altra frutta?

Pera: proprietà

Antitumorale

Recenti studi hanno dimostrato che la buccia della pera contiene almeno il triplo dei fitonutrienti rispetto alla polpa. Questi fitonutrienti comprendono i flavonoidi con proprietà anti-infiammatorie, gli antiossidanti e gli acidi cinnamici con proprietà potenzialmente antitumorali.

Antiossidanti

Ha buon contenuto di composti antiossidanti come le vitamine, il beta-carotene, la criptoxantina, la luteina e la zeaxantina. Per questo è indicata per contrastare gli effetti negativi dei radicali liberi con grandi benefici per la salute. I radicali liberi infatti sono all’origine di diverse malattie che vanno dai tumori alle malattie cardiovascolari. L’assunzione di pere è quindi utile per prevenire l’infarto, l’ictus e l’arteriosclerosi. La pera contiene anche glutatione, un altro composto antiossidante la cui attività concorre a contrastare i radicali liberi.

Riduce il colesterolo

Tutte le specie di pera, benché come abbiamo visto siano veramente tante, vantano numerose proprietà benefiche. Sono molto ricche di fibra, soprattutto nella buccia, dove è particolarmente concentrata la pectina. Questa, una volta assunta, forma una sostanza viscosa che ha la capacità di legarsi al colesterolo cattivo LDL. In questo modo ne facilita l’espulsione attraverso le feci.

Contro la stitichezza

Le pere sono utili per la prevenzione della stitichezza e della diarrea, in pratica la fibra è un grande regolatore dell’apparato digerente. In ultimo, la natura della fibra presente nelle pere fa si che questa si leghi agli agenti cancerogeni e ne faciliti l’espulsione.

Aiuta a dimagrire

Il basso contenuto calorico rende la pera un ottimo frutto da inserire (sempre con moderazione!) all’interno delle diete ipocaloriche.

Digestione

Una singola porzione di questo frutto fornisce il 18 % del fabbisogno giornaliero di fibra. Questa sua proprietà ha effetti benefici sulla digestione. La fibra, oltre a facilitare il passaggio del cibo nell’intestino, stimola la produzione di succhi gastrici e digestivi. Basti pensare che una sola pera contiene il 24% del fabbisogno giornaliero di fibra.

Leggi anche:

Protegge il colon

Vi è anche un altro tipo di fibra, la lignina, che è la stessa contenuta nei fagioli. Questa fibra non è solubile ma è capace di assorbire molta acqua, aumentando la velocità di transito delle feci, riducendo il rischio di emorroidi e cancro al colon. Per queste stesse proprietà delle fibre, il consumo di pere apporta benefici anche in caso di diverticolite ed infiammazioni del colon.

Diabete

Una dieta che preveda il consumo abituale delle pere , è associata ad un minor rischio di sviluppare il diabete. Aiuta a mantenere la glicemia stabile.

Gravidanza

È un frutto consigliato in gravidanza perché è ricco di folati che aiutano a prevenire le malformazioni del feto.

Osteoporosi

Tra i componenti della pera troviamo il boro che aiuta il corpo a trattenere il calcio. Questa proprietà si rivela utile nell’apportare benefici significativi in caso di osteoporosi. Il buon contenuto di potassio e calcio, che intervengono direttamente nella formazione delle ossa, è molto utile per i bambini e per gli anziani per mantenere le ossa in salute.

Ipertensione

Il potassio svolge anche un altro ruolo molto importante per la nostra salute. Ha infatti proprietà vasodilatatrici e controlla la frequenza cardiaca. Rilassando le pareti dei vasi sanguigni permette un afflusso maggiore di sangue con effetti benefici sull’ipertensione.

Cuore

Sempre grazie al potassio la pera può avere un impatto positivo sulla salute del cuore. Oltre ad abbassare la pressione sanguigna, aumenta il flusso di sangue verso tutti gli organi del corpo. In questo modo si ha un maggior apporto di ossigeno ed una miglior funzionalità degli organi stessi. La riduzione della pressione è anche collegata ad un minor rischio di malattie cardiovascolari. Si riduce infatti la probabilità di ictus, infarto ed arteriosclerosi.

Idratazione

In ultimo, il potassio agisce come un regolatore dei fluidi corporei. Questo significa che il potassio contribuisce a mantenere il corpo idratato e garantisce l’equilibrio dei fluidi essenziali all’interno delle cellule.

Salute di capelli, occhio e pelle

Come abbiamo visto pera ha un buon contenuto di vitamina A , di luteina e zeaxantina. La loro attività antiossidante può ridurre gli effetti dell’invecchiamento della pelle come le rughe e le macchie senili. Questi stessi composti sono utili per rallentare la perdita dei capelli, la degenerazione maculare, la cataratta ed altre condizioni legate all’invecchiamento.

Gotta

L’acido folico contenuto nella pera è molto importante per l’espulsione dell’acido urico dall’organismo. Infatti, quando questo raggiunge concentrazioni elevate, cristallizza e provoca la gotta ed altri disturbi.

Sistema immunitario

L’abbondanza di antiossidanti e di vitamina C stimola la produzione di globuli bianchi. La loro presenza migliora l’efficienza del nostro sistema immunitario.

Anemia

La pera può essere molto utile ai pazienti affetti da anemia o da altre carenza di minerali. Questa proprietà si deve al buon contenuto di rame e di ferro nel frutto. Il rame facilita l’assorbimento dei minerali ed il ferro fa aumentare la produzione di globuli rossi.

Stanchezza

Il consumo regolare di questi frutti migliora di conseguenza la circolazione sanguigna. Di conseguenza si ha un effetto preventivo sull’affaticamento  la stanchezza mentale.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.