Farmaco a rilascio prolungato, ritardato, modificato, ripetuto, controllato

MEDICINA ONLINE FARMACO FARMACIA PHARMACIST PHOTO PIC IMAGE PHOTO PICTURE HI RES COMPRESSE INIEZIONE SUPPOSTA PER OS SANGUE INTRAMUSCOLO CUORE PRESSIONE DIABETE CURA TERAPIA FARMACOLOGICQuando si dice che un farmaco ha un “rilascio modificato” ci si riferisce ad un preparato in grado di modificare la velocità e/o il tempo e/o il luogo di rilascio del principio attivo allo scopo di raggiungere determinati obiettivi terapeutici, non ottenibili con le forme farmaceutiche convenzionali. Il controllo del rilascio si ha in termini di:

  • tempo (rilascio ritardato, rilascio ripetuto, rilascio pulsante);
  • velocità (riduzione della velocità di rilascio, aumento della velocità di dissoluzione);
  • luogo (rilascio in specifiche regioni, es. tratto gastrointestinale).

Le forme farmaceutiche a rilascio modificato includono varie tipologie tra loro differenti:

  • forme farmaceutiche a rilascio ritardato: sono preparazioni che rilasciano il farmaco dopo un periodo di latenza. Le forme farmaceutiche a rilascio ritardato comprendono le forme gastroresistenti, come ad esempio le compresse a rilascio ritardato che sono dotate di rivestimento enterico: ciò permette al farmaco di passa in modo sicuro attraverso lo stomaco, dove i succhi gastrici potrebbero normalmente distruggere il rivestimento e dove il rilascio del farmaco può causare gravi danni;
  • forme farmaceutiche a rilascio ripetuto: sono preparazioni che con un’unica somministrazione permettono di ottenere un profilo plasmatico simile a quello che si avrebbe con due o più somministrazioni successive di una forma farmaceutica convenzionale;
  • forme farmaceutiche a rilascio prolungato: sono preparazioni che liberano il farmaco lentamente nel tempo permettendo di prolungare la durata del suo effetto rispetto ad una forma farmaceutica convenzionale;
  • forme farmaceutiche a rilascio pulsante: permettono il rilascio sequenziale del principio attivo;
  • forme farmaceutiche a rilascio controllato: sono preparazioni che come le precedenti liberano lentamente il farmaco nel tempo, ma rispetto a queste permettono di mantenere livelli terapeutici ematici o tissutali costanti.

Esistono diversi modi di fornire i principi attivi in ​​dosi a rilascio prolungato, come :

  • principi attivi incorporati in una rete di sostanze che si dissolvono lentamente nel corpo, in modo che il principio attivo esca lentamente e regolarmente dal rivestimento;
  • farmaco che si gonfia formando un gel con una superficie quasi impenetrabile, per cui il principio attivo e lascia lentamente lo strato semipermeabile;
  • principi attivi contenuti in microsfere a rilascio prolungato di piccole dimensioni.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Farmaci, terapie e sostanze d'abuso e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.