Differenza tra pallore e cianosi

MEDICINA ONLINE Raynaud's Syndrome SINDROME FENOMENO DI RAYNAUD MANI DITA GELONI FREDDO MALATTIA AUTOIMMUNITARIA ARTRITE OSSA ARTICOLAZIONE PELLE CIANOTICA

Il fenomeno di Raynaud è una situazione di pallore distrettuale misto ad aree cianotiche

Cianosi

La “cianosi” è la colorazione blu/bluastra di pelle e mucose provocata da un’insufficiente ossigenazione del sangue, a sua volta determinata da varie possibili cause interne o esterne, generalmente riconducibili a condizioni ambientali che determinano stasi della circolazione periferica con conseguente aumento dell’estrazione di ossigeno da parte dei tessuti (ad esempio freddo intenso) o da patologie cardiache o respiratorie che determinano una diminuita capacità di saturare in maniera corretta l’emoglobina. Le condizioni e patologie che più frequentemente sono alla base della cianosi, sono: broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO), enfisema polmonare, bronchite cronica, scompenso cardiaco, esposizione al freddo, permanenza ad elevate altitudini, malformazioni cardiache congenite, asma e bronchiolite. La colorazione bluastra di cute e mucose interviene quando nel sangue sono presenti di più di 5 g/dl di emoglobina ridotta (emoglobina non ossigenata, il cui valore normale è inferiore ai 3 g/dl). Per approfondire: Cianosi in volto, mani o labbra: significato, cause, rischi, cure

Pallore

Con “pallore” si intende la riduzione del normale colorito della cute, nonché di mucose e di organi, dovuto a una riduzione del flusso sanguigno nei capillari superficiali dei distretti corporei interessati oppure ad una riduzione della quantità di emoglobina contenuta negli eritrociti o del numero degli eritrociti, anche in presenza di normale flusso sanguigno. Il pallore può verificarsi con modalità ad insorgenza rapida (da vasocostrizione, come avviene nello shock, nella lipotimia o semplicemente durante forti emozioni come la paura; da anemia acuta, come avviene nelle emorragie copiose) o con modalità ad insorgenza lenta, da anemia cronica ferro-carenziale, da uremia o da vasocostrizione, per esempio nell’ipertensione arteriosa di origine renale e in difetti della valvola aortica. Per approfondire: Pallore in viso: significato, sinonimo, cause, ansia, cosa mangiare

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Bellezza e cura della persona, Cuore, sangue e circolazione, Dermatologia e venereologia, Inestetismi della cute e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.