Differenza tra cianosi centrale, periferica, esterna, tardiva, congenita

MEDICINA ONLINE CIANOSI PIEDI NEONATO MANI LABBRA PELLE CUTE BLU BLUASTRACon “cianosi” in medicina si intende la colorazione blu/bluastra di pelle e mucose provocata da un’insufficiente ossigenazione del sangue, a sua volta determinata da varie possibili cause, generalmente riconducibili a condizioni ambientali o patologie cardiache, circolatorie e/o respiratorie. La colorazione bluastra di cute e mucose si verifica quando nel sangue sono presenti di più di 5 g/dl di emoglobina ridotta (emoglobina non ossigenata, il cui valore normale è inferiore ai 3 g/dl) o di composti anomali emoglobinici come la metaemoglobina o la solfoemoglobina.

La cianosi può essere determinata da:

  • cause esterne: quando è determinata da cause esterne all’organismo, come l’elevata rarefazione dell’aria che si verifica ad elevate altitudini (ad esempio in montagna) o con l’esposizione prolungata al freddo;
  • cause interne: quando è determinata da cause interne all’organismo, ad esempio patologie polmonari o cardiache.

In base alla causa che l’ha determinata, una cianosi può essere definita centrale o periferica:

  • cianosi centrale: la causa della cianosi è determinata da una diminuita capacità di saturare in maniera corretta l’emoglobina, a causa di un problema polmonare o cardiaco. Cause di cianosi centrale sono: broncopneumopatia cronico ostruttiva (BPCO), enfisema polmonare, bronchite cronica, scompenso cardiaco, asma e bronchiolite (causa frequente di cianosi in età pediatrica, insieme alle malformazioni congenite);
  • cianosi periferica: la causa della cianosi è determinata da problemi circolatori che causano una stasi di sangue/edema nei tessuti periferici, con conseguente aumento dell’estrazione di ossigeno da parte di questi. La cianosi periferica può essere provocata ad esempio dalla vasocostrizione periferica causata dall’esposizione prolungata al freddo ambientale.

La cianosi viene detta “congenita” quando è presente sin dalla nascita ad esempio a causa di malformazioni cardiache, come nei casi di trasposizione congenita dei grossi vasi in cui l’aorta origina dal ventricolo destro.

Una cianosi “tardiva” è dovuta a una cardiopatia congenita ma, anziché comparire immediatamente, compare tardivamente, talora anche a distanza di anni, solo dopo che si è instaurata un’insufficienza cardiaca; tale evenienza è osservabile nei casi di difetti congeniti del setto interatriale o interventricolare.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cuore, sangue e circolazione, Dermatologia e venereologia, Polmoni ed apparato respiratorio e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.