Differenza tra osso e cartilagine: funzioni, composizione e durezza

MEDICINA ONLINE OSSA OSSO PARI IMPARI SCHELETRO UOMO DIFFERENZE TESSUTO SPUGNOSO TRABECOLARE COMPATTO CORTICALE FIBROSO LAMELLARE CARTILAGINE OSSO SACRO COCCIGE ARTICOLAZIONE SISTEMA NERVOSO CENTRAL PERIFERICO MIDOLLO OSSEO.jpgNonostante cartilagine ed osso siano due tessuti differenti sono strettamente correlati e per molti versi simili. Entrambi hanno cellule che derivano dallo stesso progenitore (le cellule osteoprogenitrici, che in seguito si differenzieranno in condroblasti e osteoblasti), entrambi hanno cellule che secernono matrice attorno a loro (condroblasti ed osteoblasti) sino a rimanerne intrappolati, quando questo avviene le cellule maturano (condrociti e osteociti) e rimangono intrappolati in spazi chiamati lacune. Entrambi sono tessuti connettivi specializzati di sostegno, la differenza principale sta nelle funzioni e nella composizione.

Tessuto osseo

Il tessuto osseo è un tessuto che ha una parte organica, costituita da fibre collageno, e da una parte inorganica, composta da cristalli di idrossiapatite (prevalentemente calcio e fosforo) mineralizzati: questa matrice mineralizzata conferisce all’osso la sua durezza, decisamente maggiore rispetto alla cartilagine. L’accrescimento ed il rinnovamento osseo avviene per ossificazione diretta: ad opera degli osteoblasti (incaricati di sintetizzare la sostanza intercellulare organica e partecipare al processo di calcificazione), e per ossificazione condrale: ossia il processo di trasformazione della cartilagine in osso. La struttura ossea, oltre alle altre funzioni, rappresenta un’importante riserva di calcio (il 99% di tutto il calcio contenuto in un soggetto è presente nelle ossa), che può essere rapidamente reso disponibile per l’organismo.

Leggi anche:

Cartilagine

Il tessuto cartilagineo è un componente altamente rappresentato nello scheletro ed è caratterizzato dalla grande resistenza alla pressione. Nella vita fetale esso forma la quasi totalità dello scheletro, nel periodo dell’accrescimento si reperisce soltanto in corrispondenza delle epifisi e delle cartilagini di coniugazione. Sulla superficie della cartilagine, con l’eccezione delle articolazioni sinoviali, il pericondrio (membrana fibrosa riccamente vascolarizzata) garantisce maggior resistenza allo strato cartilagineo e a nutre per diffusione la cartilagine, che è tendenzialmente priva di vasi. Nella fase senile il meccanismo di diffusione diviene meno efficace, portando facilmente a fenomeni regressivi. Distinguiamo 3 tipologie di cartilagine:

  • cartilagine ialina, ricopre le superfici articolari, nel periodo fetale rappresenta la quasi totalità dell’apparato scheletrico, nella fase senile dell’individuo può andare incontro a ossificazione
  • cartilagine fibrosa, tipica dei menischi e dei dischi intervertebrali, è capace di sopportare pressioni notevoli
  • cartilagine elastica (o gialla), costituita in massima parte da fibre elastiche, quasi priva di tessuto fibroso

Contrariamente all’osso, che riceve il sangue grazie ai canali haversiani degli osteoni, la cartilagine non è vascolarizzata, e riceve il nutrimento per diffusione da una guaina di tessuto connettivo fibroso denso che la ricopre, il pericondrio (sebbene la fibrocartilagine ne sia sprovvista).

Altra differenza è la composizione della matrice secreta dalle rispettive cellule: il componente principale della matrice organica ossea è il collageno di tipo I, assieme a delle glicoproteine tipiche del tessuto osseo che si legano ai cristalli di idrossiapatite, mentre la matrice cartilaginea è composta prevalentemente da collageno di tipo II, e, nel caso della cartilagine elastica, da fibre elastiche (composte da elastina).

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Ortopedia, reumatologia e medicina riabilitativa e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.