Segno di Magnus-De Klein: cos’è e come si esegue

MEDICINA ONLINE MEDICO ESAME OBIETTIVO ANAMNESI PATOLOGICA FISIOLOGICA FAMIGLIARE VISITA MEDICA GENERALE AUSCULTAZIONE ISPEZIONE PERCUSSIONE PALPAZIONE DIFFERENZA FONENDOSCOPIO STETOSCOPIO TORACE ADDOME SUONI SEMEIOTICAIl segno di Magnus-De Klein è uno dei cosiddetti “segni meningei”, cioè un gruppo di segni usati in semeiotica neurologica per individuare eventualiprocessi patologici delle meningi. La positività di tale segno aiuta il medico a fare diagnosi di meningite. Il segno di Magnus-De Klein è, insieme al segno di Brudzinski, al segno di Kernig, alla rachicentesi (puntura lombare) ed all’emocromo (esame del sangue), uno dei principali metodi di diagnosi della meningite, ma è anche usato per diagnosticare altri tipi di danni che provocano irritazione delle meningi. Generalmente il segno di Magnus-De Kleinsi verifica nei casi più gravi.

Come si esegue

Il medico esegue una la lateralizzazione (rotazione) del capo del paziente. Il movimento non deve essere effettuato attivamente dal paziente, bensì deve essere passivamente subìto. Il segno di Magnus-De Klein è positivo se il paziente in risposta estende gli arti controlaterali al lato di rotazione della testa con simultanea flessione degli omolaterali.

Per approfondire, leggi anche:

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Neurologia, psicologia e malattie della mente e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.