Differenza tra croup e pseudocroup

MEDICINA ONLINE PARTO DEPRESSIONE POST PARTUM BABY BLUE NEWBORN GRAVIDANZA INCINTA ACQUA LATTE MATERNO SENO MAMMA FIGLIO BAMBINO BIMBO NEONATO PERICOLOSO BAMBINA IN TERAPIA INTENSIVA BIRTH WATER PICTURE WALLPAPER PICS HDCroup

Con “croup” in medicina ci si riferisce ad una patologia dell’apparato respiratorio che interessa soprattutto l’età pediatrica, anche chiamata “laringotracheobronchite” ad indicare l’interessamento infiammatorio di laringe, trachea e bronchi. L’infiammazione è causata da un’infezione acuta, spesso virale delle vie aeree superiori che porta a gonfiore all’interno della gola che interferisce con la normale respirazione ed ai classici sintomi: una tosse “abbaiante”, stridore e raucedine, abbinati a:

  • malessere generale;
  • tosse “abbaiante” (simile al richiamo di un leone marino);
  • stridore (spesso aggravato dall’agitazione o dal pianto);
  • raucedine;
  • disorientamento;
  • cianosi;
  • dispnea (difficoltà nella respirazione);
  • febbre;
  • bava alla bocca;
  • congestione nasale;
  • retrazione della parete toracica.

La sintomatologia a volte spinge i genitori del paziente giovanissimo che si tratti di un comune raffreddore. I sintomi possono avere diversa gravità e tendono a peggiorare durante la notte, anche a causa dei diminuiti livelli notturni dell’ormone antinfiammatorio cortisolo, che determina generalmente un rialzo della febbre nelle ore notturne. La patologia interessa sopratutto soggetti in età pediatrica (frequente nei primi 6 anni di vita, rara negli adolescenti e rarissima negli adulti) e viene in genere efficacemente curata con una singola dose di farmaci steroidi per via orale; in alcuni casi più gravi si ricorre anche all’adrenalina e può essere necessaria l’ospedalizzazione del bimbo (raro). Per approfondire: Croup nel bambino: significato, cause, sintomi, terapia, mortalità

Pseudocroup

Con “pseudocroup” (anche chiamato “laringite ipoglottica“) in medicina ci si riferisce ad una infezione delle prime vie aeree tipica dell’età pediatrica che tende a presentarsi entro la fine del 3° anno di età, per poi diventare progressivamente meno probabile e scomparire negli adulti. Lo pseudocroup è così chiamato poiché i sintomi che procura sono molto simili a quelli del croup, visti nel paragrafo precedente: per tale motivo le due patologie vengono spesso confuse. Per approfondire: Laringite ipoglottica (pseudocroup): cause, sintomi, cosa fare

Differenze

Entrambi sono processi infiammatori a carico delle prime vie aeree, determinati da infezioni virali e/o batteriche, ed entrambi determinano la caratteristica crisi con “tosse abbaiante”, tuttavia, mentre il croup è diffuso a laringe, trachea e bronchi, lo pseudocrup interessa soprattutto la laringe con caratteristico rigonfiamento dei tessuti localizzati sotto le corde vocali (la “regione ipoglottica”): ciò accade soprattutto nei bambini più piccoli a causa della particolare lassità dei loro tessuti. Lo pseudocroup è raro dopo i 3 anni di vita, mentre il croup è raro dopo i 6 anni. La diagnosi differenziale può essere fatta unicamente dal medico, grazie ad anamnesi, esame obiettivo ed eventuali esami di laboratorio e/o di diagnostica per immagini, come la radiografia del torace.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Pediatria e malattie dell'infanzia, Polmoni ed apparato respiratorio e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.