Nevralgia del nervo glossofaringeo: cause, sintomi, terapia

MEDICINA ONLINE NEVRALGIA LESIONE DEL NERVO GLOSSOFARINGEO GLOSSOPHARYNGEAL NERVE IX NERVO CRANICO ANATOMIA FUNZIONI DECORSO PATOLOGIE DISFAGIA DEGLUTIZIONE AGEUSIA.jpgCon “nevralgia del nervo glossofaringeo” o “nevralgia del glossofaringeo” o ancora “nevralgia glossofaringea”, si indica una lesione dolorosa della radice del nervo glossofaringeo, un nervo appartenente al gruppo dei 12 nervi cranici, di tipo misto sensitivo, motorio, somatico e viscerale. Il nervo glossofaringeo (IX) innerva il muscolo stilofaringeo e fornisce innervazione sensoriale all’orofaringe e alla parte posteriore della lingua. Il nervo glossofaringeo fornisce anche innervazione parasimpatica alla ghiandola parotide. Danni, lesioni, infiammazioni o infezioni del nervo glossofaringeo determina una sintomatologia dolorosa nelle aree di pertinenza del nervo: il paziente avverte brevi attacchi di dolore molto fastidioso o addirittura lancinante, che colpiscono un lato della lingua, della gola e a volte anche un orecchio. Le caratteristiche del dolore sono simili a quelle della nevralgia trigeminale, ma si differenzia da quest’ultima per quanto riguarda le aree interessate.

Diffusione

La nevralgia glossofaringea è un disturbo raro e certamente molto meno diffuso della nevralgia del trigemino. Molto rara nei giovani, generalmente si presenta in pazienti con oltre 40 anni. E’ rara nelle donne, più frequente negli uomini.

Cause e fattori di rischio

La nevralgia glossofaringea è spesso “idiopatica”, cioè il medico non riesce ad individuare con esattezza le sue cause. Tra i possibili fattori eziologici, ricordiamo:

  • ascessi peritonsillari;
  • aneurismi della carotide;
  • tumori al collo o al cervello;
  • compressione del nervo glossofaringeo vicino al punto in cui questo esce dal tronco cerebrale, soprattutto ad opera dell’arteria vertebrale e della cerebellare posteriore-inferiore;
  • compressione del nervo glossofaringeo ad opera del processo stiloide (un osso lungo e appuntito che si trova alla base del cranio;
  • ascesso cerebrale;
  • idrocefalo;
  • aneurisma in un’arteria del collo (carotide)
  • sclerosi multipla.

Sintomi e segni

Il dolore è avvertito da un solo lato del capo, a livello di gola, lingua e (a volte) all’orecchio. Il dolore è intermittente, violento e di breve durata, folgorante, a scossa elettrica o pugnalata. Il dolore inizia solitamente sulla parte posteriore della lingua o della gola e, oltre all’orecchio, a volte può diffondersi sulla parte posteriore della mandibola. Il dolore generalmente è provocato o acuito dal freddo o da alcune azioni come:

  • aprire la bocca;
  • muovere la lingua;
  • masticare;
  • deglutire;
  • parlare;
  • sbadigliare;
  • tossire;
  • starnutire.

Come nella nevralgia del trigemino il dolore è periodico con periodi sintomatici e non, con attacchi che durano minuti o ore e parossistico con esplosioni dolorose che durano da pochi secondi a due minuti.

Sintomi cardiaci

Il dolore è talvolta associato ad aritmia cardiaca: a causa della condivisione di alcuni nuclei sensitivi e motori con il nervo vago, una stimolazione del glossofaringeo può causare inibizione della frequenza cardiaca, una complicanza frequente nella nevralgia glossofaringea. Il rallentamento della frequenza cardiaca, se severo, può portare anche a svenimento.

Alterazioni del gusto

Lesioni del nervo glossofaringeo possono portare, in alcuni casi, anche ad alterazione o diminuzione del senso del gusto, a tal proposito leggi anche:

Nevralgia del glossofaringeo o del trigemino?

Come abbiamo visto nel paragrafo precedente, il dolore tipico della nevralgia del trigemino è molto simile a quello della nevralgia del glossofaringeo, tuttavia interessa zone diverse:

MEDICINA ONLINE NEVRALGIA DEL NERVO TRIGEMINO 5 V NERVO INTRACRANICO ENCEFALICO DOLORE LANCINANTE FREDDO IMPACCO DIETA COSA MANGIARE FACCIA TEMPIA OCCHI MANDIBOLA VISO TESTA CURE NATURALI CHIRURGIA

Irradiazione del dolore nella nevralgia trigeminale

Diagnosi

La diagnosi si basa sull’anamnesi e sull’esame obiettivo: il medico tocca la parte posteriore della gola mediante un applicatore con la punta di cotone e se si manifesta dolore, applica un anestetico locale sulla parte posteriore della gola. Se l’anestetico elimina il dolore, si è probabilmente in presenza di nevralgia glossofaringea. Per comprendere la causa a monte che ha determinato la nevralgia glossofaringea, il medico può decidere di effettuare una risonanza magnetica o una TAC. Come più volte anticipato, la nevralgia glossofaringea si distingue dalla nevralgia del trigemino sulla base della sede del dolore e ciò aiuta molto il medico nella diagnosi differenziale.

Terapia

Gli stessi farmaci usati per trattare la nevralgia del trigemino, possono essere utili anche nella nevralgia glossofaringea:

  • anticonvulsivanti (carbamazepina, gabapentin o fenitoina);
  • baclofene, Clonazepam, Gabapentin;
  • antidepressivi triciclici.

I risultati sono tuttavia meno incoraggianti di quelli ottenuti nella nevralgia trigeminale. Se tali farmaci non danno effetto, applicare un anestetico locale come la lidocaina sulla parte posteriore della gola può dare un sollievo, seppur temporaneo. Per un sollievo permanente, può essere necessaria la chirurgia (decompressione), in cui il nervo glossofaringeo viene separato dalla struttura anatomica che lo comprime come una arteria. Le rizotomie necessitano di cautela perché determinano sempre una pericolosa attivazione vagale riflessa con bradicardia.

Consigli

Il paziente deve evitare stimoli che possono scatenare la crisi dolorose, come toccamento della zona, masticazione e colpi di freddo.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in La medicina per tutti e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.