Cancro al seno: troppi grassi nella dieta aumentano del 24% il rischio di recidive

MEDICINA ONLINE DIETA FIBRA VERDURA GRASSI ZUCCHERI PROTEINE GONFIORE ADDOMINALE MANGIARE CIBO COLAZIONE MERENDA PRANZO DIMAGRIRE PANCIA PESO MASSA BILANCIA COLON INTESTINO DIGESTIONE STOMACO CALORIE METABOLISMO FIANCHIUna dieta eccessivamente ricca di grassi può aumentare il rischio di recidiva del tumore della mammella fino a quasi un quarto, più precisamente fino al 24%. Come già prevedibile, si ribadisce ancora una volta l’importanza di una corretta alimentazione nella prevenzione terziaria delle patologie in genere, ed ancor di più nel cancro al seno. E’ quanto emerge  dagli oncologi che si sono riuniti nel convegno nazionale ‘Carcinoma mammario, traguardi raggiunti e le nuove sfide’, svolto a Roma dal 26 al 27 ottobre.

Non solo dieta

L’87% delle donne sconfigge oggi questa temibile patologia, ma è necessaria più attenzione proprio agli stili di vita, e non ci riferiamo solo ad una corretta alimentazione, ma anche all’attività fisica: bastano 150 minuti di attività fisica a settimana (ad esempio camminata veloce) per ridurre del 25% la mortalità per tumore al seno rispetto alle pazienti sedentarie. Ingrassare di 5 Kg può incrementare fino al 13% la mortalità.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente, Senologia e prevenzione del tumore alla mammella e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.