Nati i primi bambini con DNA modificato artificialmente dall’uomo

MEDICINA ONLINE GATTACA La porta dell'universo film 1997 Andrew Niccol Ethan Hawke, Uma Thurman Jude Law GENETICA GENOISMO PRELIEVO DI SANGUE RAZZISMO GENETICO  Nati i primi bambini con DNA modificato artificialmente dall'uomo.jpgSembra la trama del film di fantascienza del 1997 “Gattaca – La porta dell’universo” diretto da Andrew Niccol ed interpretato da Ethan Hawke, Uma Thurman e Jude Law (da cui è tratta l’immagine in alto), invece è realtà. Due bambine cinesi, Lulu e Nana (nomi di fantasia) sono i primi due neonati geneticamente modificati dall’uomo a vedere la luce. A darne l’annuncio il genetista cinese He Jiankui in un video pubblicato su YouTube. Il DNA delle bimbe, spiega He nel video, è stato alterato con la tecnica di “chirurgia genetica” nota come Crispr, per introdurre nel corredo un gene che le rende più resistenti a una serie di malattie tra cui l’infezione dall’HIV (il virus che determina AIDS), da cui è affetto il padre delle bambine.

I motivi dell’esperimento

Insieme allo sperma del padre delle bambine, verso le uova della madre, è stata indirizzata anche una proteina Crispr/Cas9 con le istruzioni per sostituire il gene (CCR5) con una variante che renderà le neonate più resistenti alle infezioni da Hiv e altre malattie come il colera. Una variazione che avviene già in natura per cento milioni di persone, ma che in questo caso è stata ottenuta artificialmente, prima che l’embrione fosse impiantato nell’utero della donna. Questa terapia sarebbe destinata a un ridotto numero di famiglie per evitare il contagio di malattie infettive o geneticamente trasmissibili.

Ulteriori approfondimenti

Gli esami fatti finora sul genoma delle due bambine non hanno mostrato alterazioni significative a parte quella ricercata dagli scienziati, ma per capire se ci saranno delle controindicazioni sul lungo periodo (come la formazione di tumori) le due bimbe dovranno essere periodicamente monitorate. Fino ad ora la notizia dell’esperimento non è stata confermata da fonti scientifiche indipendenti, né pubblicata su riviste di settore, e contattato dai media He Jiankui si è rifiutato di commentare, quindi siamo in attesa che l’esperimento sia pubblicato sulle riviste scientifiche per avere ulteriori informazioni attendibili.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Gravidanza e maternità, Medicina di laboratorio, chimica, fisica e biologia, Musica, arte e film preferiti, Pediatria e malattie dell'infanzia, Storia e curiosità di medicina, scienza e tecnologia e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.