Nervo femorale, muscolocutaneo, safeno, quadricipite: decorso e territorio di innervazione

MEDICINA ONLINE PLESSO LOMBOSACRALE NERVI DEGLI ARTI INFERIORI FEMORALE OTTURATORIO SCIATICO ISCHIATICO ILEOIPOGASTRICO ILEOINGUINALE GENITOFEMORALE PIRIFORME QUADRATO GLUTEO FORAME ISCHIATICO GEMELLO PUDENDO ELEVATORE ANO.jpgIl nervo femorale (in inglese “femoral nerve”) è un nervo misto che fornisce la pelle sulla parte superiore della coscia e nella parte interna della gamba e i muscoli che estendono il ginocchio.
I segnali dal nervo femorale e dai suoi rami possono essere bloccati per interrompere la trasmissione del segnale del dolore dall’area di innervazione, eseguendo un blocco nervoso regionale. Alcuni dei blocchi nervosi che agiscono colpendo il nervo femorale sono il blocco del nervo femorale, il blocco della fascia iliaca ed il blocco del nervo 3 in 1.

Anatomia

Il nervo femorale origina con tre radici dal plesso lombare e comprende fibre provenienti da L1, L2, L3 e L4. La radice superiore origina dall’ansa anastomotica fra L2 e L3, la radice media da L3 e la radice inferiore da L4. Il nervo femorale innerva l’ileopsoas, i muscoli anteriori della coscia e parte dei muscoli mediali (parte dell’adduttore lungo). Innerva inoltre la cute anteromediale di coscia e gamba e la cute dorsomediale del piede. Insieme al n. otturatorio (eccezionalmente) innerva inoltre il muscolo pettineo.
Le tre radici confluiscono in un unico tronco a livello della quinta vertebra lombare. Il tronco scende verso il basso coperto dal grande psoas e si rende evidente nell’angolo formato dalla confluenza fra lo psoas e l’iliaco. Durante il suo decorso addominale e pelvico fornisce rami per l’ileopsoas e il pettineo. Passa al di sotto del legamento inguinale nella lacuna neuromuscolare assieme all’ileopsoas. In corrispondenza del triangolo di Scarpa si divide nei suoi rami terminali: il nervo muscolocutaneo laterale, il nervo muscolocutaneo mediale, il nervo del muscolo quadricipite e il nervo safeno.

Nervo muscolocutaneo mediale e laterale

Il nervo muscolocutaneo mediale è misto. Raggiunge la parte mediale della coscia e fornisce rami muscolari per il pettineo e l’adduttore lungo e rami cutanei per la faccia superomediale della coscia.
Il nervo muscolocutaneo laterale è misto. Si dirige verso il basso addossato alla faccia profonda del sartorio. Fornisce rami muscolari per il sartorio e rami perforanti che attraversano il sartorio e raggiungono la cute anteriore della coscia.

Nervo del muscolo quadricipite

Il nervo del muscolo quadricipite è esclusivamente motorio. È il più voluminoso dei rami terminali e si divide in quattro branche destinate ai quattro capi del quadricipite.

Nervo safeno

Il nervo safeno è esclusivamente sensitivo e può essere considerato l’effettivo ramo terminale del nervo femorale. Decorre profondamente nella coscia a ridosso dell’arteria femorale, con la quale penetra nel canale degli adduttori. Esce dal canale perforandone la parete anteriore e raggiunge la regione mediale del ginocchio, dove si divide in due rami:

  • Ramo infrapatellare (o rotuleo): si fa superficiale e innerva la cute della regione della rotula e l’articolazione del ginocchio.
  • Ramo tibiale: rappresenta la diretta continuazione del nervo safeno. Raggiunge la gamba e decorre come satellite della vena safena grande, prima lungo la faccia mediale della gamba e poi davanti al malleolo mediale e lungo il margine mediale del piede. Durante il suo decorso innerva la cute mediale della gamba, la cute dorsomediale del piede e l’articolazione talocrurale.

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Anatomia, fisiologia e fisiopatologia, Neurologia, psichiatria, psicoterapia e riabilitazione cognitiva e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.