Morto il bambino di 5 anni precipitato dalle scale a scuola

MEDICINA ONLINE Bambino di 6 anni cade dalla tromba delle scale a scuola è gravissimo

Il luogo dell’incidente

Bruttissime notizie da Milano: non ce l’ha fatta il bambino di 5 anni caduto venerdì scorso dalle scale alla scuola primaria Giovanni Battista Pirelli, in via Goffredo da Bussero, zona Bicocca; sono stati avviati questa mattina, alle 9.53, gli accertamenti per dichiararne la morte, e sono terminati poco prima delle 17. Leonardo Acquaviva (questo il nome del piccolo, che avrebbe compiuto 6 anni il prossimo 12 dicembre) era stato portato all’ospedale Niguarda dove era stato operato d’urgenza per diminuire la pressione intracranica. Da subito le sue condizioni erano apparse gravi ai primi soccorritori e, trasportato all’ospedale Niguarda, era stato operato per cercare di diminuire la pressione intracranica. Stamani sono stati avviati gli accertamenti per dichiarare la morte del bimbo che si sono conclusi nel pomeriggio.

Osservazione sino alle 16.51

Il periodo di osservazione, per accertare la morte con criteri neurologici, era iniziato questa mattina alle 9.53 ed è terminato alle 16.51 nel reparto di rianimazione dell’ospedale Niguarda. Il piccolo leonardo, dopo essersi allontanato dalla classe per pochi minuti chiedendo di andare in bagno, era precipitato nella tromba delle scale. L’ipotesi principale su cui si concentrano le indagini è quella dell’omessa sorveglianza da parte dei docenti e del personale che lavora nella scuola, come i collaboratori scolastici. Dai primi rilievi della polizia scientifica, infatti, non sono emerse violazioni alle norme di sicurezza da parte dell’istituto di via Pirelli. L’ipotesi è che il bimbo, che era uscito dall’aula per andare in bagno, tornando in classe possa essere salito su una sedia, forse quella della bidella, per scavalcare la ringhiera per poi perdere l’equilibrio e precipitare.

Indagini per omicidio colposo

Dopo la morte del bimbo, la Procura indaga per omicidio colposo, reato ipotizzato in relazione all’omessa sorveglianza da parte del personale scolastico. Il fascicolo è stato assegnato dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano al pm Letizia Mocciaro.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Oltre la medicina e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.