Quale giocattolo comprare ad un bambino in base all’età?

MEDICINA ONLINE BAMBINI BIMBI SCUOLA PRIMARIA ELEMENTARE ETA PICCOLI EDUCAZIONE INSEGNANTE DISTURBI SPECIFICI LINGUAGGIO APPRENDIMENTO DSA INTELLIGENZA DISLESSIA DISGRAFIA DISORTOGRAFIA ATTENZIONE DISCALCULIA SCRIVERE ERRORSe avete mai provato a comprare un giocattolo per un bambino, saprete quanto può essere sconcertante entrare in un centro commerciale o in un negozio online e cercare, tra tutte quelle corsie di articoli vivaci e invitanti, qualcosa di adatto alle sue abilità ed al suo sviluppo cognitivo. Ma quali sono le caratteristiche che rendono un giocattolo adatto? E quali sono i giocattoli più adatti nelle diverse età?

Sicurezza

La prima regola, che non deve essere mai dimenticata, è considerare la sicurezza
del giocattolo: ciò, nel caso di bambini piccoli, significa soprattutto evitare giocattoli con pezzi piccoli che possano essere ingoiati o con parti che potrebbero staccarsi (come gli
occhi o i berrettini delle bombole), oppure quelli con spigoli acuti. Meglio giocattoli di marche affidabili, costruiti con prodotti non tossici, senza componenti piccoli e staccabili e con bordi arrotondati. Superata la preoccupazione della sicurezza, la scelta dei giocattoli può essere guidata parzialmente da ciò che sappiamo dello sviluppo percettivo e motorio, oltre che ovviamente sulle preferenze specifico del bimbo verso un determinato tipo di giocattolo ed il sesso. anticipiamo che sarebbe preferibile NON far giocare il bambino con smartphone, tablet e videogiochi nei primi anni di vita.

Dalla nascita ai 6 mesi

I bambini molto piccoli usano le mani e gli occhi per giocare, per cui la scelta giusta è qualcosa di vivace, di innocuo se preso in mano e che possa essere attaccato alla culla perché non cada. Rientrano in questa categoria le composizioni mobili e i giocattoli morbidi legati ai lati della culla.

Da 6 a 12 mesi

I bambini un po’ più grandi sono più attivi e preferiscono giocattoli che permettano loro di mettere alla prova le nuove abilità muscolari. In questo periodo la cosa migliore è rendere la casa «a prova di bambino» eliminando i pericoli, come gli oggetti appuntiti e le sostanze nocive, in modo che il bambino possa esplorare liberamente. L’uso del box probabilmente non è molto positivo, ma a volte può essere necessario per ragioni di sicurezza. A questa età i bambini amano fare delle pile di giocattoli oppure inserirli uno nell’altro e, a questo scopo, misurini, barattoli e tegami si prestano forse meglio dei costosi giocattoli per bambini piccoli.

Il secondo anno

Date a un bambino un giocattolo costoso e probabilmente mostrerà un interesse per la scatola che lo contiene pari a quello che avrà per il giocattolo stesso, specialmente se la scatola è grande e potrà entrarci dentro strisciando. A questa età piacciono anche i giocattoli con le ruote, ma la preferenza va a quelli che si spingono, rispetto a quelli da tirare, perché possono guardarli mentre si muovono. Verso il compimento dei 2 anni, il bambino inizia a tenere in mano pastelli o matite e si diverte a «disegnare». Per ovvie ragioni sono preferibili i colori lavabili ed ovviamente di qualità e non tossici.

Il terzo anno

Se siete indecisi, a questa età acquistate qualcosa con le ruote e difficilmente sbaglierete. Le automobiline a pedali, i tricicli o qualcosa che si possa cavalcare, sono i preferiti tra i giocattoli grandi, mentre tra quelli piccoli, per entrambi i sessi, le macchinine e i camioncini. Solitamente questo tipo di giochi sono comunque preferiti dai maschi, mentre le bambini prediligono le bambole ed i loro vestitini. A questa età i bambini cominciano anche a interessarsi alle costruzioni, specialmente a quelle che offrono molte possibilità, come i cubi di legno (quelli fatti in casa soddisfano allo stesso modo di quelli costosi in vendita nei negozi). Ricordate, tuttavia, che i pezzi delle costruzioni devono essere ancora abbastanza grandi, perché devono potere essere afferrati con tutta la mano, infatti le perline di vetro, i Lego della misura più piccola o i cubetti molto piccoli, non sono facili da afferrare. Anche colorare e disegnare sono tra le attività preferite e, come per i più piccoli, controllate che i colori siano lavabili e non tossici. Libri colorati e da colorare sono ottime idee. Una piccola bici con le rotelle laterali è spesso un bellissimo regalo per un bimbo di 3 anni.

Leggi anche: Volete figlie più intelligenti? Regalate loro più Lego e meno bambole

Dal quarto al sesto anno

La coordinazione della muscolatura piccola si sviluppa rapidamente in questo periodo e i bambini riescono a infilare perline, a utilizzare le forbici, anche se le tipiche forbici da bambino sono troppo poco taglienti per permettere un taglio preciso, ma un paio di forbici appuntite è un regalo importante, adatto ad un bambino abbastanza grande che sia in grado di utilizzarle senza farsi male. Per i bambini più grandi, in questa fascia d’età, sono buone scelte anche i giochi con i sassolini, con le biglie o con la dama, perché richiedono proprio il tipo di abilità motoria che il bambino possiede già, inoltre stimolano l’interazione con gli altri bambini e costituiscono una sfida per le sue abilità
intellettive. Durante questi anni migliorano anche le abilità legate alle grandi fasce muscolari, per cui possono utilizzare molti tipi di attrezzature sportive se scegliete le
misure adatte: bastoni da hockey o racchette da tennis leggeri e palle più grandi delle normali. Libri colorati con favole da leggere assieme ai genitori sono una ottima scelta a questa età.

Sette e otto anni

Intorno ai 7 – 8 anni il bambino spesso è già in grado di andare in bicicletta o almeno di cominciare con l’aiuto delle ruotine laterali (molti iniziano ben prima, dai 3 anni in poi). È importante non essere troppo insistenti e non avere fretta di ottenere delle prestazioni di grande abilità. In questo periodo i bambini trovano molto divertenti anche i giocattoli che stimolano la fantasia, comprese le bambole o personaggi immaginari famosi, gli abiti
o i costumi per mascherarsi, la valigetta del dottore, i burattini.
Come regola generale, tenetevi alla larga dai giocattoli costosi e complicati che svolgono soltanto una o due funzioni, come i robot che ronzano e camminano soltanto, perché i bambini in un primo momento restano affascinati, ma perdono rapidamente interesse per quei giocattoli che non sono utilizzabili in altro modo. I bambini tendono a preferire giocattoli versatili, che possono essere utilizzati in vari modo diverso: ad esempio le costruzioni possono essere montate per costruire ad esempio una macchinina ed in questo modo il bimbo si diverte sia a montare il giocattolo, che a utilizzarlo all’interno di storie sempre nuove (senza considerare la possibilità di smontare il tutto e creare un nuovo oggetto). In alcuni casi un mappamondo, un cannocchiale, un binocolo o un microscopio possono essere bellissimi regali per il bambino che dimostra attitudini più “scientifiche”.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Pediatria e malattie dell'infanzia, Psicologia e pedagogia e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.