Come avviene l’eiaculazione maschile [VIDEO] Attenzione: immagini sessualmente esplicite

Il termine “eiaculazione” (dal latino ejaculatio) designa l’espulsione dello sperma da parte dell’uomo. È il frutto della stimolazione ripetuta del pene – e quindi indirettamente della prostata – durante la masturbazione o il rapporto sessuale o altri tipi di stimolazioni (ad esempio massaggio prostatico). L’eiaculazione dura, generalmente, alcuni secondi ed è influenzata da fattori fisici (durata delle contrazioni, numero e forza), quantitativi (produttività della ghiandola prostatica e delle vesciche spermatiche) nonché psicologici.

In questo video viene mostrata una eiaculazione maschile: vediamo come lo sperma sia espulso con una potenza variabile, inizialmente con più forza e via via sempre più debolmente. Le contrazioni ritmiche sono causate principalmente dal muscolo pubococcigeo; interessante notare nel video come anche i muscoli dei glutei partecipino alla propulsione dello sperma.

Il numero di contrazioni è variabile, solitamente l’uomo prova dalle 4 alle 8 contrazioni muscolari, associate ad altrettante emissioni di liquido seminale. Alcune lievi contrazioni possono essere avvertite anche al termine dell’eiaculazione vera e propria. Se l’orgasmo è presente, viene provato dall’uomo durante queste contrazioni. Al termine dell’eiaculazione il pene si rilascia e torna lentamente nella posizione di riposo, entrando nel periodo refrattario post orgasmico.

Leggi anche:

Lo staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Andrologia, Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.