Spermatorrea: la perdita involontaria di sperma senza eccitazione sessuale

MEDICINA ONLINE TESTICOLI ANATOMIA ANSIA DA PRESTAZIONE SESSO TRISTE SESSUALE PENE EREZIONE IMPOTENZA DISFUNZIONE ERETTILE COPPIA PSICOLOGIA LETTO PENETRAZIONE UOMO DONNA LIBIDO SPERMA PIACERE MALE GENITALIA SEXCon “spermatorrea” in medicina si intende l’emissione involontaria di liquido seminale (anche chiamato “sperma”) dal meato urinario, cioè dal forellino posto sull’apice del glande attraverso cui fuoriesce anche l’urina.

Caratteristiche

L’emissione di sperma nella spermatorrea avviene tipicamente in modo non doloroso ed indipendentemente da eiaculazione, orgasmo, erezione del pene ed eccitazione sessuale, tanto che spesso il paziente non si accorge di aver emesso sperma finché non vede tracce di liquido viscoso tra le urine o sul proprio pene o ancora sugli slip, intuendo che si tratti proprio di liquido seminale. La spermatorrea si può verificare sia di giorno che di notte, mentre si dorme (anche se in questo caso è più probabile che si tratti di polluzione). L’emissione involontaria di sperma può essere particolarmente evidente soprattutto durante:

  • defecazione;
  • minzione;
  • ponzamento;
  • sforzi fisici intensi.

La spermatorrea può verificarsi a qualsiasi età, anche se tende ad essere più frequente dopo i 40 anni di età. Una precoce manifestazione di spermatorrea può correlarsi ad un maggior rischio di soffrire di tumore della prostata.

Leggi anche: Emissione di pus dal pene: cause, sintomi, diagnosi, rischi e terapie

Differenza tra spermatorrea e polluzione

In entrambi i casi si verifica emissione di sperma dall’uretra, ma, a differenza della polluzione, la spermatorrea si verifica in assenza di eccitazione sessuale e quindi senza erezione del pene né orgasmo. Per approfondire:

Cause

Nella maggior parte dei casi, la spermatorrea è causata o comunque correlata a patologie della prostata, come prostatiti (batteriche e non batteriche), iperplasia benigna o cancro alla prostata. In altri casi può verificarsi in caso di cistite, uretrite, cistouretrite o infiammazione/infezione delle vescicole seminali. L’emissione involontaria di sperma ricorrente e frequente può indicare la presenza di disturbi neurologici anche gravi, come la depressione, o nervosi. Una masturbazione cronica e compulsiva può irritare la prostata e determinare spermatorrea. Anche mangiare cibi piccanti come il peperoncino può determinare lo stesso effetto. Una costipazione prolungata, specie se legata ad obesità, potrebbe favorire il fenomeno, come anche un trauma diretto ai genitali. In molti casi tuttavia, specie se la spermatorrea si è presentata una sola volta e non si sono associati altri sintomi, la spermatorrea viene denominata “idiopatica”, cioè non si riesce a capire da cosa sia stata causata.

Fattori di rischio

Lo stress psico-fisico prolungato potrebbe essere un fattore di rischio per la spermatorrea, così come anche:

  • famigliarità;
  • scarsa igiene personale;
  • smegma;
  • infezioni a trasmissione sessuale ricorrenti;
  • frequenti rapporti sessuali non protetti con partner sconosciuti;
  • depressione;
  • costipazione;
  • obesità;
  • cibi che irritano la prostata (come quelli piccanti);
  • età > 40 anni.

Leggi anche:

Altri sintomi associati

Sintomi e segni a volte associati alla spermatorrea che potrebbero aiutare il medico nella diagnosi, sono:

Altri sintomi e segni a volte associati alla spermatorrea, sono:

La spermatorrea può presentarsi anche da sola, senza alcun altro sintomo. La presenza di sintomi specifici, aiuta il medico nella diagnosi: la presenza di bruciore alla minzione e l’emissione frequente di poca urina, insieme alla spermatorrea, potrebbe ad esempio indicare una uretrite o una prostatite. Un trauma ai genitali potrebbe essere la causa di spermatorrea, specie se si associa anche uretrorragia, cioè l’emissione di sangue dall’uretra, indipendente dalla minzione, o ematuria, cioè l’emissione di sangue dall’uretra mescolato all’urina durante la minzione.

Diagnosi

Per diagnosticare una spermatorrea e, soprattutto, determinare la patologia a monte che l’ha determinata, il medico potrebbe utilizzare vari strumenti diagnostici:

Non tutti gli esami sono ovviamente sempre necessari per raggiungere la diagnosi: nella maggioranza dei casi già una accurata anamnesi, unita ad un esame obiettivo approfondito (quindi una raccolta di sintomi e segni associati alla spermatorrea) permettono al medico di farsi una idea delle possibili cause di spermatorrea nel paziente. A volte le cause specifiche della spermatorrea rimangono sconosciute.

Quando andare dal medico?

Singoli episodi di spermatorrea non correlati ad altri sintomi (come ad esempio bruciore alla minzione), nonostante determinino forte ansia per il paziente, si risolvono spesso senza alcun intervento medico e non dovrebbero allarmare. Al contrario, ripetuti e frequenti episodi di spermatorrea, uniti ad altri sintomi come anaeiaculazione, emissione di sangue nello sperma o dolore alla minzione, dovrebbero spingere il paziente dal medico per analisi approfondita della situazione.

Terapia

La terapia di una spermatorrea varia molto in base alla causa a monte che l’ha determinata. Ad esempio se correlata ad infezione, potrebbero essere necessari farmaci antibiotici, se correlata a depressione potrebbero essere utili farmaci antidepressivi e psicoterapia, se correlata ad iperplasia prostatica o tumore prostatico potrebbe rendersi necessario l’intervento chirurgico. Nella maggioranza dei casi episodi singoli di spermatorrea non dovrebbero destare particolari ansie nel paziente e si risolvono spesso senza alcun intervento terapeutico.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Andrologia, Sessualità e storie d'amore e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.