L’allenatore del bodybuilder morto a 23 anni: “Prendeva cose che fanno male al cuore”

MEDICINA ONLINE Morto a Padova il giovane culturista Daniele Pozzi PALESTRA PESI MUSCOLI DOPING BODY BUILDER BODY BUILDING Matteo Martinez allenatore.jpg“Girava voce che Daniele Pozzi”, il culturista di 23 anni trovato morto ieri mattina in una camera dell’Hotel B&B di via Pescarotto (Padova), “ci andasse pesante”. Sono le parole di Matteo Martinez, l’allenatore del giovane bodybuilder di Varese (in foto insieme in alto). “Prendeva cose che possono fare male al cuore”. A riportare le parole di Martinez è Il Mattino di Padova:

“Io avevo iniziato ad allenarlo solo quattro settimane fa ma girava voce che ci andasse pesante”. Cosa intende dire? ”È andato avanti a carboidrati zero per tanto tempo e poi prendeva cose che possono fare male al cuore. Sì, insomma, prodotti vari”. Sta dicendo che prendeva anabolizzanti? “Posso dire soltanto che stavo provando a trovare la via giusta per indirizzarlo, per farlo allenare in un modo nuovo, per rompere con il passato. Mi avevano avvisato di fare attenzione”.

Pozzi era stato allenato da altre persone prima di passare recentemente a Martinez, che continua:

“Guardi, lasciamo stare sono distrutto. Questa notizia mi ha davvero scioccato. A Padova avevamo trascorso alcuni giorni insieme e lui si è fermato una notte ancora. Era con la fidanzata. Mi hanno salutato. So che dovevano andare a cena”.

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Malati di palestra e di fitness, Sport, attività fisica e medicina dello sport e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.