Bromelina: integratore, compresse, benefici, controindicazioni

MEDICINA ONLINE FARMACIA FARMACO SALI MINERALI ALIMENTI CIBI DIETA INTEGRATORI MIGLIORI A CHE SERVONO DOVE TROVARLI CALCIO FOSFORO MAGNESIO POTASSIO BENEFICI CONTROINDICAZIONI DOSI FABBISOGNO COLLATERALI.jpgCon il termine “bromelina” ci si riferisce ad insieme di enzimi proteolitici estratti da polpa e gambo dell’ananas. Farmaci contenenti bromelina sono Ananase e Nexobrid. La bromelina è dotata di elevata capacità antiossidante che gli permette di contrastare i radicali liberi, di prevenire l’ossidazione delle lipoproteine, la formazione di tumori e l’invecchiamento dei tessuti.

Benefici e proprietà

In campo medico sono accertati vari effetti positivi della bromelina:

  • effetti antiossidanti: proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi, che si sviluppano soprattutto a causa dell’esposizione dell’organismo a fumo di sigaretta, alcolici, stress, agenti inquinanti, radiazioni ionizzanti, raggi UV, additivi chimici ed infezioni;
  • effetti cardiovascolari: sono utili nella cura dell’ipertensione arteriosa e nella prevenzione di ictus cerebrale ed infarto del miocardio, grazie alla riduzione dell’ossidazione delle lipoproteine ed altri effetti antiaterogeni, antitrombotici e fluidificanti del sangue;
  • effetti neuroprotettivi: prevengono e rallentano l’invecchiamento del cervello e delle malattie neurodegenerative;
  • effetti immunoprotettivi: aiutano il sistema immunitario a difendere l’organismo dalle infezioni virali e batteriche, specie durante i periodi di forte stress;
  • effetti antitumorali: riparano i danni al DNA prevenendo il cancro, specie quello alla prostata;
  • effetti antiaging sul tessuto cutaneo: grazie alla sua potente azione antiossidante contrastano i radicali liberi e ritardano la comparsa di rughe, secchezza cutanea ed altri inestetismi cutanei legati all’invecchiamento;
  • effetti antinfiammatori: inibiscono la cascata dell’acido arachidonico, facendo avvertire meno i sintomi dolorosi di una infiammazione cronica.

Tutte queste qualità rendono la bromelina idonea a:

  • facilitare la digestione:
  • ridurre l’infiammazione;
  • ridurre i tempi di recupero dopo attività sportiva intensa;
  • ridurre i tempi di recupero dopo traumi di vario tipo, come quelli sportivi o chirurgici;
  • favorire la cicatrizzazione dei tessuti, ad esempio dopo ustioni;
  • controllare il decorso clinico di varie patologie autoimmuni, come l’artrite reumatoide;
  • ridurre gli edemi ed il dolore;
  • esercitare un’azione antitrombotica in soggetti a rischio;
  • esercitare una azione mucolitica utile nei disturbi delle vie respiratorie, specie quando serve un decongestionante delle mucose in caso di flogosi acuta catarrale, asma bronchiale e sinusite;
  • contrastare varie patologie ed inestetismi come flebite, tromboflebite, cellulite e vene varicose (varici);
  • ridurre il dolore mestruale intenso (dismenorrea), specie in associazione con la papaina, grazie all’azione antispastica sulla cervice;
  • diminuire il rischio di complicazioni legate alle infezioni;
  • stimolare la diuresi;
  • combattere la ritenzione idrica.

Effetti collaterali, controindicazioni ed interazioni

L’uso di un integratore di bromelina è generalmente privo di effetti collaterali, rimanendo entro i dosaggi consigliati. Il sovradosaggio potrebbe portare a:

  • malessere generale;
  • nausea;
  • vomito;
  • dolori crampiformi addominali;
  • metrorragia;
  • menorragia;
  • diarrea.

L’assunzione di un integratore di bromelina è controindicata in caso di ipersensibilità o allergia alla sostanza o ai cibi che la contengono, nei pazienti con ulcera gastrica e/o sotto terapia antibiotica, anticoagulante ed antitrombotica. L’assunzione di bromelina in contemporanea ad anticoagulanti e antitrombotici (come Warfarin ed aspirina) potrebbe potenziare l’attività farmacologica di questi principi attivi e portare a sanguinamento e maggior rischio di emorragie. L’uso in gravidanza e allattamento dovrebbe essere evitato.

Cibi che contengono bromelina

L’alimento a più alto contenuto di bromelina è senza dubbio l’ananas.

Dosaggio giornaliero

Le dosi giornaliere di assunzione consigliate oscillano tra 250 e 2.000 mg di bromelina, da dividere in 2 assunzioni giornaliere a stomaco vuoto. Se la bromelina è assunta a scopo digestivo, va invece assunta a stomaco pieno, subito dopo i pasti principali.

Integratore di bromelina

Il miglior integratore di bromelina, selezionato dal nostro Staff sanitario, è questo: https://amzn.to/2xlcHj2

Integratori antiossidanti

Oltre alla bromelina, vi presentiamo una lista di integratori, scelti dal nostro Staff sanitario, ricchi di sostanze ad azione antiossidante e con funzione tonificante ed energizzante:

Smettere di fumare e di bere alcolici

La strada per combattere i radicali liberi passa necessariamente dallo smettere di fumare e di bere alcolici, a tal proposito leggi:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Integratori alimentari, vitamine e sali minerali e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.