Isoflavoni: integratori, alimenti, dove si trovano, controindicazioni

MEDICINA ONLINE INTEGRATORI ALIMENTARI FARMACIA DIETA DIMAGRIRE MUSCOLI GRASSO TERMOGENICO FAME SPORT CREATINA AMINOACIDI PROTEINE BCAA PALESTRA RESISTENZA FORZA FERRO MAGNESIO MACA SESSO EREZIONE SPERMA CARNITINA TAURINAGli isoflavoni sono un gruppo di molecole appartenenti alla famiglia dei flavonoidi che a loro volta appartengono al gruppo dei polifenoli, molto diffusi in alimenti provenienti dalmondo vegetale (specie legumi) e dotati di elevata capacità antiossidante che gli permette di contrastare i radicali liberi, di prevenire l’ossidazione delle lipoproteine, la formazione di tumori e l’invecchiamento dei tessuti. I flavonoidi rappresentano la tipologia di polifenoli più diffusa in natura e l’alimento che ne contiene elevatissime quantità è la soia.

Benefici

In campo medico sono accertati vari effetti positivi degli isoflavoni e dei polifenoli in generale:

  • effetti antiossidanti: proteggono le cellule dai danni causati dai radicali liberi, che si sviluppano soprattutto a causa dell’esposizione dell’organismo a fumo di sigaretta, alcolici, stress, agenti inquinanti, radiazioni ionizzanti, raggi UV, additivi chimici ed infezioni;
  • effetti cardiovascolari: sono utili nella cura dell’ipertensione arteriosa e nella prevenzione di ictus cerebrale ed infarto del miocardio, grazie alla riduzione dell’ossidazione delle lipoproteine ed altri effetti antiaterogeni ed antitrombotici;
  • effetti neuroprotettivi: prevengono e rallentano l’invecchiamento del cervello e delle malattie neurodegenerative;
  • effetti immunoprotettivi: aiutano il sistema immunitario a difendere l’organismo dalle infezioni virali e batteriche, specie durante i periodi di forte stress;
  • effetti antitumorali: riparano i danni al DNA prevenendo il cancro;
  • effetti antinfiammatori: inibiscono la cascata dell’acido arachidonico, facendo avvertire meno i sintomi dolorosi di una infiammazione cronica.

Isoflavoni, fitoestrogeni e menopausa

Gli isoflavoni sono fitoestrogeni, cioè sostanze di origine vegetale simili agli ormoni estrogeni prodotti dall’organismo (specie quello femminile) anche se possiedono un’attività estrogenica molto debole, circa 1.000-10.000 volte inferiore all’estradiolo. In età fertile l’effetto benefico degli isoflavoni deriva soprattutto dalle loro proprietà antiestrogeniche, mentre dopo la menopausa sono particolarmente utili le loro proprietà estrogeno-simili. Questa duplice funzione, apparente contraddittoria, dipende dall’ambiente ormonale in cui agiscono (livelli estrogenici molto alti in età fertile e molto bassi dopo la menopausa). Molte donne in menopausa, al posto della terapia ormonale sostitutiva, utilizzano proprio gli isoflavoni come rimedio contro le vampate di calore ed altri sintomi menopausali. Gli isoflavoni, mimando l’attività degli estrogeni (diminuiti in menopausa), hanno anche un’azione protettiva nei confronti dell’osteoporosi e delle malattie cardiovascolari.

Leggi anche:

Effetti collaterali, controindicazioni ed interazioni

L’uso di un integratore di isoflavoni è generalmente privo di effetti collaterali, rimanendo entro i dosaggi consigliati. Il sovradosaggio potrebbe portare a nausea, vomito e diarrea. L’assunzione di un integratore di isoflavoni è controindicata in caso di ipersensibilità o allergia alla sostanza o ai cibi che la contengono. Non sono note interazioni farmacologiche legate all’uso di integratori di isoflavoni, se usati nei dosaggi raccomandati. L’uso in gravidanza e allattamento dovrebbe essere evitato. Le donne con tumore alla mammella o alto rischio di sviluppo di tumore alla mammella, dovrebbero chiedere al proprio medico prima di assumere un integratore di isoflavoni.

Dieta ricca di isoflavoni

I cibi maggiormente ricchi di isoflavoni, sono

  • semi di soia;
  • legumi vari;
  • ceci;
  • lenticchie;
  • fave;
  • trifoglio rosso;
  • cereali integrali;
  • finocchio.

I tipi principali isoflavoni presenti nella soia, sono:

  • genisteina (75% del totale degli isoflavoni)
  • daidzeina (circa il 20%)
  • gliciteina (circa il 5%).

Integratore di

Il miglior integratore di isoflavoni, selezionato dal nostro Staff sanitario, è questo: https://amzn.to/2snmtLt

Ad esso vi consigliamo di abbinare un integratore di inositolo, per un maggior assorbimento: http://amzn.to/2DDmNdM

Integratori antiossidanti

Vi presentiamo anche una lista di integratori, scelti dal nostro Staff sanitario, ricchi di sostanze ad azione antiossidante e con funzione tonificante ed energizzante:

Smettere di fumare e di bere alcolici

La strada per combattere i radicali liberi passa necessariamente dallo smettere di fumare e di bere alcolici, a tal proposito leggi:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente, Integratori alimentari, vitamine e sali minerali e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.