Licopene: alimenti, integratore, controindicazioni, dose

MEDICINA ONLINE POMODORO SUGO PASTA LICOPENE SECCHI PASSATA PELATI KETCHUP SALSA PIZZA CIPOLLA AGLIO ORTAGGI VERDURA VITAMINE SPINACI INSALATA CUCINA CIBO ALIMENTI VERDI SALI MINERALIIl licopene è un idrocarburo, appartenente al gruppo dei carotenoidi, contenuto – nell’organismo umano – soprattutto nei testicoli, nelle ghiandole surrenali e nel fegato. Ha una elevata capacità antiossidante grazie alla sua struttura achilica, del numero di doppi legami coniugati e della sua elevata idrofobicità ed è quindi in grado di contrastare i radicali liberi, la formazione di tumori (specie quelli della prostata e della mammella) e l’invecchiamento dei tessuti.

Licopene nel corpo umano

Il licopene è il carotenoide predominante nel plasma umano, in cui le concentrazioni variano da 0,22 a 1,06 nmol/mL. La concentrazione media di licopene nel plasma varia ampiamente nelle diverse popolazioni del mondo, essendo molto più elevata tra quei popoli dove il consumo di pomodoro è elevato. La distribuzione nei tessuti corporei non è uniforme ma correlata alla presenza di lipidi: il licopene è più abbondante nel tessuto adiposo, nei testicoli, nel liquido seminale, nelle ghiandole surrenali, nel fegato, nella prostata e nella mammella.

Cibi che contengono licopene

La maggiore fonte dietetica di licopene è rappresentata dal pomodoro (Solanum lycopersicum) da cui prende anche il nome, e dai suoi derivati, nei quali rappresenta il 60% del contenuto totale in carotenoidi. Il contenuto in licopene è influenzato dal livello di maturazione del pomodoro, è stato calcolato infatti che in pomodori rossi e maturi sono presenti fino a ben 50 mg/kg di licopene, mentre la concentrazione scende a 5 mg/kg nelle varietà gialle e poco mature. Il licopene è particolarmente elevato in una specie di pomodori denominati “pomodori siccagni di Corleone” dove la sua concentrazione arriva a 75 mg/kg. La biodisponibilità del composto sembra essere più elevata nei prodotti trattati termicamente (ad esempio salse di pomodoro, come il ketchup) rispetto ai prodotti crudi.
Altre fonti naturali di licopene sono

  • pompelmo rosa;
  • arance rosse;
  • carote;
  • albicocche;
  • meloni;
  • guava.

Assorbimento e metabolismo

Essendo il licopene una sostanza lipofila, il suo assorbimento è correlato alla presenza di grassi nella dieta. Nell’intestino, in presenza degli acidi biliari, il licopene è solubilizzato, incorporato in micelle e assorbito dalla mucosa per trasporto passivo. La molecola intatta può essere incorporata in chilomicroni e trasportata all’interno del sistema linfatico. Sembra che non esistano proteine di trasporto specifiche per questo composto, ma che venga trasportato dalle lipoproteine, in particolare quelle a bassa densità (LDL).

Controindicazioni

L’assunzione di licopene è controindicata in caso di ipersensibilità o allergia alla sostanza o ai cibi che la contengono.

Interazioni

Possono ridurre la biodisponibilità del licopene:

  • colestiramina;
  • oli minerali;
  • orlistat;
  • pectina.

Possono aumentare la biodisponibilità del licopene:

  • betacarotene;
  • trigliceridi a media catena;
  • olio vegetale.

La cottura dei cibi può aumentarne la biodisponibilità grazie alla dissociazione dei complessi proteici in cui è incorporato o per la dispersione degli aggregati cristallini di carotenoidi.

Precauzioni ed effetti collaterali

Non sono noti effetti collaterali legati all’uso di integratori di licopene, se usati nei dosaggi raccomandati. L’uso in gravidanza e allattamento di integratori di licopene, dovrebbe essere evitato.

Licopene: dose giornaliera

Il dosaggio giornaliero raccomandato di licopene oscilla tra i 10 ed i 15 milligrammi.

Proprietà e benefici

Il licopene, come tutti i carotenoidi, è un efficiente antiossidante, grazie alla loro attività di scavenger (letteralmente spazzini) di radicali liberi. Tra i carotenoidi il licopene sembra essere il più efficiente oxygen quencher, grazie alla presenza di due ulteriori doppi legami rispetto alla struttura degli altri carotenoidi. Il licopene è famoso per la sua attività di prevenzione dei tumori, in particolare il cancro alla prostata e quello alla mammella.

Integratore di licopene

Il miglior integratore di licopene, selezionato ed usato dal nostro Staff sanitario, è questo: https://amzn.to/2IPAlt3 Vi raccomandiamo un dosaggio giornaliero di una o due compresse, preferibilmente prima dei pasti.

Integratori antiossidanti

Oltre al licopene, vi presentiamo una lista di integratori, scelti dal nostro Staff, ricchi di sostanze ad azione antiossidante e con funzione tonificante ed energizzante:

Smettere di fumare e di bere alcolici

La strada per combattere i radicali liberi passa necessariamente dallo smettere di fumare e di bere alcolici, a tal proposito leggi:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente, Integratori alimentari, vitamine e sali minerali e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.