Dermatite seborroica: cause, immagini, cure, rimedi naturali, shampoo consigliato

MEDICINA ONLINE DERMATITE SEBORROICA IMMAGINI NUCA CUOIO CAPELLUTO CAPELLI UOMO DONNA FINASTERIDE ALOPECIA AREATA O ANDROGENETICA DIFFERENZE CALVIZIE PELO CAPELLO RASATO DECORSOLa dermatite seborroica è una condizione comune d’infiammazione cronica della cute che interessa prevalentemente il cuoio capelluto e il volto. La dermatite seborroica può avere delle manifestazioni intermittenti: è una malattia cronica che recidiva frequentemente spesso durante il passaggio da una stagione all’altra o nei periodi di maggiore stress psicofisico. I sintomi tipici della dermatite seborroica sono la formazione e il distacco dalla cute di squame untuose, sotto forma di forfora e le lesioni da grattamento che portano a sanguinamento, dolore e formazione di crosticine. Il paziente si rivolge al dermatologo, in genere, proprio lamentandosi della formazione di “croste in testa“.

Cause e fattori di rischio

Non esiste una causa nota della dermatite seborroica. Si considerano come fattori di rischio per la dermatite seborroica:

  • squilibri ormonali;
  • passaggio da una stagione all’altra;
  • uso di farmaci (ad esempio corticosteroidi);
  • stress psicofisico intenso e prolungato;
  • infezioni cutanee di varia natura (da virus, batteri e funghi);
  • predisposizione genetica (avere famigliari con dermatite seborroica).

Segni e sintomi

La dermatite seborroica si manifesta con un’infiammazione intensa della pelle ma, a differenza delle altre dermatiti, quella seborroica comporta una forte desquamazione: la forfora è uno dei segni tipici della dermatite seborroica. Nelle forme più gravi, l’esfoliazione intensa può dar vita a crosticine, in altre a eritema o follicolite. Questa manifestazione è accompagnata solitamente da:

  • forfora abbondante;
  • irritazione della pelle;
  • bruciore;
  • prurito;
  • voglia di grattarsi;
  • lesioni da grattamento;
  • caduta di peli o capelli;
  • formazioni di crosticine;
  • sanguinamento (se le crosticine sono staccate col grattamento);
  • dolore in corrispondenza delle lesioni da grattamento;
  • secchezza intensa della cute.

La caduta dei capelli nella dermatite seborroica è dovuta alla situazione di stress ossidativo presente a livello del bulbo pilifero. La caduta a cui si fa riferimento non è alopecia androgenetica, ma un effluvio causato da stress di diversa natura.

Leggi anche: Alopecia androgenetica maschile e femminile: età, sintomi e cura

Zone interessate

La dermatite seborroica interessa soprattutto cuoio capelluto e volto (negli uomini spesso la zona di barba e baffi), ma può interessare tutte le zone ricche di ghiandole sebacee, come la zona dello sterno, quella interscapolare e l’intera area genitale, perineale ed anale.

Diagnosi e diagnosi differenziale

La diagnosi si esegue tramite raccolta dei sintomi (durante l’anamnesi) e l’osservazione diretta dei segni della malattia (durante l’esame obiettivo) da parte del medico dermatologo, che dovrà escludere altre cause di prurito, ad esempio i pidocchi.

Leggi anche:

Immagini

Terapia

Un’adeguata igiene del cuoio capelluto è fondamentale nel trattamento della dermatite seborroica unita ad una dieta corretta, che comprenda adeguate porzioni di frutta e verdura, per assicurare il corretto apporto di vitamine e sali minerali essenziale per la salute del cuoio capelluto. Il trattamento medico della dermatite seborroica si realizza con prodotti che riducono l’infiammazione e la desquamazione detti appunto “riducenti.” I riducenti più usati sono lo zolfo e l’acido salicilico. In caso di presenza di infezione cutanea, si utilizzerà un prodotto per l’infezione specifica. Gli antistaminici vengono utilizzati principalmente in quei soggetti in cui prevale il prurito e per alleviare l’infiammazione. Recentemente, la fototerapia si è dimostrata utile nel trattamento della dermatite seborroica. Possono essere utili seboregolatori topici e assumere boswelliaserrata che ha forti proprietà antinfiammatorie. Anche l’olio di semi di ribes nigrum ha proprietà antinfiammatorie ed è simile al cortisone.

Shampoo consigliato

Uno shampoo molto utile contro la dermatite seborroica, consigliato dal nostro Staff medico, è il seguente: https://amzn.to/2X3V6ol

Prevenzione

Non esistono misure specifiche per evitare al 100% la comparsa della dermatite nelle sue diverse sedi, tuttavia si raccomandano alcuni comportamenti che la rendono meno frequente:

  • evitare bagni e lavaggi troppo frequenti;
  • evitare l’uso di saponi e shampoo aggressivi;
  • evitare di lavarsi la cute interessata con acqua bollente;
  • evitare l’uso di trucchi, cosmetici e coloranti per capelli di dubbia qualità o non adatti al proprio tipo di pelle;
  • evitare di grattarsi frequentemente;
  • evitare che i capelli si sporchino;
  • evitare ambienti ricchi di smog;
  • evitare lo stress psicofisico;
  • evitare il grattamento o il distacco manuale delle squame perché queste manovre provocano nuova infiammazione e nuova dermatite.

Rimedi naturali

Sono vari i “rimedi della nonna” per combattere la dermatite seborroica, alcuni anche molto efficaci, tra cui:

  • limone: contiene acidi e proprietà antinfiammatorie che aiutano a combattere i funghi. Inoltre, rafforza il sistema immunitario in modo da aiutarci a prevenire le malattie. Dovete tagliate un limone a metà e spremetene il succo, poi – utilizzando un nebulizzatore – spruzzatelo sull’area interessata (il limone brucerà un po’, è normale); fate un leggero massaggio e lasciate agire per 10 minuti per poi sciacquare bene;
  • sapone di Aleppo: usate il sapone di Aleppo per lavare viso e cuoio capelluto ogni giorni, lasciando agire per 10 minuti e risciacquando con acqua tiepida;
  • succo di limone con olio di cocco: combinate 1 cucchiaio di succo di limone (15 ml) e 5 cucchiai di olio di cocco (75 g), poi applicate la miscela sull’area interessata, massaggiando e lasciate agire per 10 minuti prima di risciacquare con acqua tiepida. Fatelo una volta al giorno per circa 10 giorni;
  • aloe vera: usate saponi, gel detergenti e shampoo che la contengono per aumentare le possibilità di combattere questa dermatite;
  • miele: in una ciotola mischiate 1 tazza di acqua bollita (250 ml) e 2 cucchiai di miele (50 g) mescolando bene: applicate il miscuglio sulle zone interessate con un piccolo massaggio e lasciate agire per 2 ore per poi risciacquare con acqua tiepida (una volta ogni due giorni per una decina di giorni);
  • aceto di mele: contiene acido malico, efficace per combattere funghi o batteri; dovete mescolare parti uguali di acqua bollita e aceto di mele, poi applicate il miscuglio sulla zona interessata ed esercitate un lieve massaggio; lasciate agire per 15 minuti e risciacquate con acqua fredda (una volta ogni duo o tre giorni per un paio di settimane).

Per approfondire: Dermatite seborroica: immagini, sintomi, calvizie, dieta, shampoo e farmaci

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Bellezza e cura della persona, Cosmetica, Dermatologia e venereologia, La medicina per tutti e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.