Differenza tra amputazione e disarticolazione con esempi

MEDICINA ONLINE APPARATO SCHELETRICO SCHELETRO UMANO ANATOMIA FEMORE ULNA RADIO OMERO TIBIA PERONE CRANIO COSTOLE VERTEBRE ROTULA STERNO CLAVICOLA SCAPOLA APPARATO LOCOMOTOREAmputazione

Con “amputazione” si indica l’asportazione totale di un arto (superiore o inferiore) o di un suo segmento, anche se, per estensione, nell’uso medico il termine è riferito anche ad altri organi, come ad esempio amputazione della mammella o dell’ano. L’amputazione può avvenire per scelta dei medici (asportazione chirurgica) effettuata in genere per controllare processi patologici in atto con lo scopo di evitare complicanze gravi, ad esempio viene eseguita per gestire complicanze vascolari (come nel diabete cronico e non trattato) o controllare un processo patologico in atto (come un tumore maligno). Una amputazione può avvenire anche in caso di perdita accidentale traumatica ad esempio in caso di incidenti stradali o infortuni sul lavoro, oppure per perdita accidentale spontanea ad esempio in caso di cancrena. Una amputazione prevede che l‘osso venga segato per mezzo di una sega oscillante.

Esempi di amputazione chirurgica:

  • amputazione trans-radiale (“amputazione dell’avambraccio” o “amputazione sotto il gomito”);
  • amputazione trans-omerale (“amputazione sopra al gomito”);
  • amputazione trans-tibiale (“amputazione sotto al ginocchio”);
  • amputazione trans-femorale (“amputazione sopra al ginocchio”).

Disarticolazione

Con “disarticolazione” si indica una operazione chirurgica che asporta un intero arto, o suoi segmenti, distaccandolo in corrispondenza d’una delle articolazioni. Semplificando: mentre l’amputazione cade nella continuità delle parti (ad esempio a metà avambraccio o metà omero o metà coscia), la disarticolazione avviene a livello di una articolazione (ad esempio polso, gomito o ginocchio). Una disarticolazione, rispetto ad una amputazione, è un intervento mediamente più rapido e meno pericoloso quanto a rischio di emorragie ed infezioni poiché non comprende l’atto della sezione ossea che è invece tipico di una amputazione.

Esempi di disarticolazione chirurgica:

  • disarticolazione del polso;
  • disarticolazione del gomito;
  • disarticolazione della spalla (“amputazione dell’intero arto superiore in corrispondenza dell’articolazione della spalla”);
  • disarticolazione della caviglia (amputazione di Syme e di Pyrogoff);
  • disarticolazione dell’anca (“amputazione dell’intero arto inferiore in corrispondenza dell’articolazione dell’anca”).

Per approfondire:

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Ortopedia, reumatologia e medicina riabilitativa e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.