Differenza tra anemia microcitica, macrocitica e normocitica

MEDICINA ONLINE LABORATORIO BLOOD TEST EXAM ESAME DEL SANGUE FECI URINE GLICEMIA ANALISI GLOBULI ROSSI BIANCHI PIATRINE VALORI ERITROCITI ANEMIA TUMORE CANCRO LEUCEMIA FERRO FALCIFORME MCol termine “anemia” in campo medico si intende la riduzione patologica  dell’emoglobina (Hb) al di sotto dei livelli di normalità, causata da varie condizioni e malattie. Tale riduzione determina una ridotta capacità del sangue di trasportare ossigeno, il che si traduce nei sintomi caratteristici dell’anemia. A seconda della malattia che l’ha determinata, l’anemia assume caratteristiche particolari sia nei sintomi, sia nei valori di laboratori, sia nella cura. Tra le varie tipologie di classificazione, l’anemia può anche essere classificata in base alle dimensioni dei globuli rossi:

  • anemia microcitica: i globuli rossi hanno dimensioni minori del normale;
  • anemia macrocitica: i globuli rossi hanno dimensioni maggiori del normale;
  • anemia normocitica: i globuli rossi hanno dimensioni normali.

Anemia microcitica

L’anemia microcitica è uno dei molti tipi di anemia caratterizzata da globuli rossi (eritrociti) di dimensioni ridotte, chiamati microciti. Il normale volume della componente corpuscolata (abbreviata come MCV negli esami del sangue) è 80-100 fL, esso rappresenta una media tra il volume di cellule più piccole (< 80 fL) descritte come microciti e cellule più grandi (> 100 fL) descritte come macrociti. Questi ultimi sono causa di anemia macrocitica. Nell’anemia microcitica i globuli rossi sono anche ipocromici, ovvero il loro colore è meno intenso del consueto. La determinante di tale condizione è da ricercarsi in un problema legato alla produzione dell’emoglobina o da una minor concentrazione di tale molecola nei globuli rossi, normalmente di circa 320-360 g/L. Numerose sono le cause dell’anemia microcitica. Tra le principale si può ricordare la presenza di:

  • Condizioni croniche di carenze di ferro (la più comune tra le cause dell’anemia in generale)
  • Talassemia
  • Anemia sideroblastica
  • Malattie croniche (si pensi alla celiachia)
  • Avvelenamento da piombo
  • Deficienza da vitamina B6 (piridossina)

Sintomi di anemia microcitica

I sintomi più evidenti dell’anemia microcitica sono:

  • stanchezza;
  • perdita di appetito;
  • pallore (accentuato nel viso e nelle labbra);
  • fragilità nelle unghie e nei capelli.

Nei casi più incisivi si presentano:

  • difficoltà nella deglutizione;
  • infiammazioni alla bocca;
  • mal di testa;
  • stordimento;
  • dolori al petto e fiato corto.

Leggi anche:

Anemia macrocitica

L’anemia macrocitica è uno dei molti tipi di anemia caratterizzata da globuli rossi (eritrociti) di dimensioni aumentate, chiamati macrociti, il cui volume corpuscolare medio (MCV) è superiore ai valori normali. La causa principale di anemia macrocitica è la presenza di un deficit di vitamina B12 o folati, causata da un malassorbimento intestinale (prevalentemente per deficit a livello dell’ileo).

Sintomi di anemia microcitica

I sintomi più diffusi di anemia macrocitica sono:

  • stanchezza;
  • perdita di appetito;
  • pallore (accentuato nel viso e nelle labbra);
  • fragilità nelle unghie e nei capelli.

Le cure di entrambi i tipi di anemia, dipendono dalle cause a monte che le hanno determinate.

Per approfondire, leggi anche: Indici corpuscolari MCV, MCH, MCHC, RDW: cosa sono ed a che servono

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Cuore, sangue e circolazione, Medicina di laboratorio, chimica, fisica e biologia e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.