Il casco che salva i capelli delle pazienti con cancro in chemioterapia ed evita la parrucca

MEDICINA ONLINE CURA CHEMIOTERAPIA SISTEMICA REGIONALE LOCALE RADIOTERAPIA CHIRURGIA FARMACO FA MALE AIUTO INFERMIERA AMORE CURA FA MORIRE TUMORE CANCRO SENO EFFETTI COLLATERALI CALVI CAPELLI PASTIGLIA DURATA COME FUNZIONAUn nuovo tipo di casco potrebbe salvare i capelli delle pazienti che stanno affrontando una terapia con farmaci chemioterapici: è il risultato di una sperimentazione che ha avuto buoni risultati all’ospedale di Lugo di Romagna (Ravenna).

Casco refrigerante

Donato dall’Istituto oncologico romagnolo due anni fa, è costituito da una cuffia in silicone morbido con effetto refrigerante. Viene applicato sulla testa della paziente prima, durante e dopo la somministrazione del trattamento chemioterapico, inducendo alla costrizione dei piccoli vasi sanguigni che irrorano il bulbo pilifero: in tal modo evita spesso la caduta dei capelli, cioè una delle conseguenze fisiche che più incide psicologicamente sui pazienti, specie tra le donne che combattono il tumore al seno.

Risultati incoraggianti

Il casco è stato testato su 62 donne all’ospedale di Lugo e oltre la metà (ben 35 pazienti) non ha avuto bisogno di ricorrere alla parrucca avendo salvato in gran parte la propria chioma. Oltre a fornire risultati incoraggianti, il casco è anche ben tollerato dalle pazienti, che solo in 5 casi su 62 hanno dovuto sospendere l’esperimento per sensazioni fastidiose come senso di freddo o cefalea. La soddisfazione più grande giunge soprattutto dalle pazienti più giovani, ha commentato Claudio Dazzi, direttore del Day hospital oncologico.

Per approfondire: Chemioterapia senza caduta capelli: ecco la cuffia per non perderli

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Farmaci, terapie e sostanze d'abuso, La medicina per tutti, Senologia e prevenzione del tumore alla mammella e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.