La posizione corretta sul wc per evacuare facilmente ed evitare emorroidi e stipsi

DOTT. EMILIO ALESSIO LOIACONO MEDICO CHIRURGO DIRETTORE MEDICINA ONLINE POSIZIONE CORRETTA SUL WC PER EVACUARE EVITARE STIPSI COSTIPAZIONE DEFECARE FECI FECALOMA MASSA BLOCCO INTESTINO COLON DIGESTIONE TAZZA EMORROIDI SQUATMolti di noi evacuano le feci stando seduti sulla tazza tenendo la schiena perpendicolare al femore (vedi immagine in alto, a sinistra). Non tutti sanno, però, che questa posizione non solo non facilita la defecazione, ma anzi la rende innaturale e più difficoltosa, aumentando – direttamente o indirettamente – il rischio di soffrire di costipazione (stipsi), fecalomi, diverticolite, tumori del colon, emorroidi ed altre patologie dell’ano e dell’intestino.

Qual è la posizione migliore?

Il modo migliore per defecare – e diminuire il rischio di stitichezza ed altri problemi intestinali – è quello di assumere la posizione “squat“, tenendo sollevate le gambe in modo che formino col busto un angolo di circa 30/35 gradi.

Come evacuare in questa posizione?

La posizione migliore per evacuare si può assumere rialzando le gambe, ad esempio usando uno sgabello posto davanti ad un wc “classico” (vedi immagine in alto, a destra) o usando una toilette “alla turca” (quella costituita dal tipico vaso sanitario appiattito posto al livello del pavimento e fornito da due pedane rialzate dove si appoggiano i piedi). Ovviamente queste sono però soluzioni ben poco pratiche per alcune categorie di persone, come gli anziani ed i disabili.

Perché questa posizione è migliore?

Questa posizione “accovacciata”, tipica degli animali e degli esseri umani prima dell’invenzione della classica tazza in ceramica (avvenuta intorno al 1700), è la più naturale. Per prima cosa quando siamo seduti normalmente l’intestino retto si piega e non si apre del tutto: ciò non facilita di certo il passaggio delle feci e quindi l’evacuazione. La posizione “squat”, invece, avvicina le ginocchia all’addome, il che modifica la relazione tra retto e sfintere: in pratica ciò permette al canale intestinale di “raddrizzarsi” e ciò facilita molto la fuoriuscita delle feci.
Inoltre, la posizione della gambe in “squat” permette un aumento della pressione addominale, altro fatto che aiuta a “spingere fuori” le feci. La posizione alla turca facilita inoltre il sistema torchio-addominale, cioè quel meccanismo dei muscoli dell’addome e del torace che, contraendosi riducono il volume della cavità addominale e permettono la defecazione.
Infine nella posizione accovacciata il muscolo puborettale che blocca la defecazione si rilassa completamente e permette di evacuare meglio e più velocemente.

I migliori prodotti per la salute dell’apparato digerente

Qui di seguito trovate una lista di prodotti di varie marche per il benessere del vostro apparato digerente, in grado di combattere stipsi, fecalomi, meteorismo, gonfiore addominale, acidità di stomaco, reflusso, cattiva digestione ed alitosi:

Sicuramente troverai interessanti anche questi articoli:

Leggi anche:

Dott. Emilio Alessio Loiacono
Medico Chirurgo
Direttore dello Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram, su YouTube, su LinkedIn, su Tumblr e su Pinterest, grazie!

Informazioni su dott. Emilio Alessio Loiacono

Medico Chirurgo - Direttore dello Staff di Medicina OnLine
Questa voce è stata pubblicata in Dietologia, nutrizione e apparato digerente, Prodotti per il benessere e la salute e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.