“Smettere di fumare: una sorte peggiore della morte”

MEDICINA ONLINE FUMARE FUMO SIGARETTE NICOTINA DIPENDENZA DROGA TOSSICODIPENDENZA CANCRO TUMORE POLMONI GRASSO SMETTERE INGRASSARE DIMAGRIRE METABOLISMO CENERE MOZZICONE GIOVANI TABACCOLe persone che partecipano al nostro corso anti-fumo restano sbalordite a vedere quanto i fumatori possano essere resistenti, quando si tratta di smettere. Anche i più accaniti faranno fatica a credere ai racconti orrendi di altri partecipanti: qualcuno di loro ha avuto diversi attacchi cardiaci, disturbi alla circolazione che hanno portato ad amputazioni, tumori, enfisemi e altre malattie invalidanti e mortali. Come hanno potuto tutte queste persone continuare a fumare dopo tutto ciò? Alcuni di questi fumatori sono perfettamente coscienti che il fumo li sta invalidando e uccidendo, ma continuano lo stesso a fumare. Una domanda perfettamente legittima per chiunque, fumatore o non fumatore è: “Perché?”.

La risposta a una questione così complicata è veramente semplice. Il fumatore spesso ha le sigarette così radicate nel suo modo di vivere che ritiene che, smettendo di fumare, cesserebbe di fare anche tutte le attività a loro associate. Se consideriamo che queste comprendono praticamente tutto quello che fa da quando si sveglia a quando va a dormire, la vita da non fumatore gli sembra non degna di essere vissuta. Il fumatore ha anche timore di soffrire dei dolorosi sintomi dell’astinenza. Tutto sommato, smettere di fumare è in grado di creare una paura persino superiore a quella di morire a causa del fumo.

Se le assunzioni che fa il fumatore fossero corrette, probabilmente avrebbe ragione a pensare che non vale la pena smettere. Ma non è così. C’è una vita dopo il fumo e la sindrome di astinenza non dura per sempre. Cercare di convincere il fumatore di questo, tuttavia, è un’impresa assai ardua. Queste convinzioni sono ben radicate e condizionate dai falsi effetti positivi delle sigarette.

Spesso il fumatore crede di avere bisogno di una sigaretta per svegliarsi alla mattina. In genere quando si alza ha un po’ di mal di testa, è stanco, irritabile, depresso e disorientato. Crede che tutte le persone si alzino alla mattina provando le stesse cose e che lui è fortunato, perché ha un rimedio: si fuma un paio di sigarette e comincia a svegliarsi e a risentirsi un essere umano. Quando è sveglio, poi, sente di avere bisogno delle sigarette per avere energia. Quando è nervoso o sotto stress, le sigarette lo calmano.

Dare un taglio a questa meraviglia gli sembra assurdo. Ma se smette di fumare sarà piacevolmente sorpreso nello scoprire che si sente meglio e che sa affrontare la vita meglio di quando era un fumatore. Quando si sveglia alla mattina si sentirà molto meglio di quando si svegliava come fumatore. Non si trascinerà più fuori dal letto sentendosi malissimo, ma si sveglierà fresco e riposato. In generale sarà più calmo rispetto a quando fumava. Anche sotto stress non proverà più quelle reazioni di panico che aveva quando la nicotina scendeva sotto i livelli accettabili. La credenza che le sigarette siano necessarie per avere energia è la più falsa.

Quasi ogni ex fumatore potrà assicurarvi che ora ha maggiore forza, resistenza ed energia rispetto a quando fumava. E anche riguardo alla paura dell’astinenza: non ha ragione di essere, poiché i sintomi saranno al massimo nei primi tre giorni per poi cessare totalmente entro due settimane.
Se ogni fumatore provasse veramente quanto è bello non fumare, non avrebbe più quelle paure irrazionali che gli fanno continuare la sua dipendenza mortale. Scoprirà come la vita diventerà più semplice, felice, pulita e – quel che più conta – più sana rispetto a quando fumava. La sua sola paura sarà quella di cadere ancora nel vizio e tutto quello che deve fare per impedirlo è semplicemente NON FARE PIÙ NEMMENO UN TIRO!

Parti di questo testo, ampliate dal nostro Staff, sono tratte dal libro “Non fare più nemmeno un tiro” di Joel Spitzer, molto utile sia per chi vuole smettere di fumare che per chi ha già smesso e vuole evitare di “cadere in tentazione”. E’ un libro gratuito, scaricabile legalmente dal link contenuto nel nostro articolo: Non fare più nemmeno un tiro: il libro gratuito per chi ha smesso e per chi vuole smettere di fumare

Leggi anche:

Lo Staff di Medicina OnLine

Se ti è piaciuto questo articolo e vuoi essere aggiornato sui nostri nuovi post, metti like alla nostra pagina Facebook o unisciti al nostro gruppo Facebook o ancora seguici su Twitter, su Instagram o su Pinterest, grazie!

Questa voce è stata pubblicata in Smettere di fumare e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.